ANTEPRIMA: I GIOCHI DEL MEDITERRANEO A NAPOLI?

Orlando D’Angelo, giornalista del "Corriere dello Sport" e de "Il Messaggero Abruzzo", è intervenuto a "Sottorete", il newsmagazine sportivo curato dai portali Pianetanapoli.it, Tuttonapoli.net e Napolisoccer.net in onda dal lunedì al venerdì su Radio Stereo 5 a partire dalle 19: "A Chieti fa freddo in tutti i sensi: non solo il tempo non promette bene, ma finora i biglietti venduti sono poco più di 1.000. Il Napoli giocherà in casa, visto che in tutto i tifosi di fede teatina nella migliore delle ipotesi non saranno più di 2.000. La squadra è reduce da una giornata storta in quel di Sassari, il portiere Capasso aveva l’influenza ma il tecnico Morganti ha puntato ugualmente su di lui visto che non considera troppo il suo secondo. L’entusiasmo in squadra è calato da quando, dalla zona play-off comunque difficile da mantenere, il Chieti è precipitato in zona play-out. All’ultimo minuto l’allenatore deciderà se schierare la squadra con il 4-5-1, con Virdis unica punta, o più probabilmente con il 4-4-2, con il tandem Artistico-Virdis. La novità sarà rappresentata dall’ex di turno Angelo Paradiso, in campo dal primo minuto. Nel Chieti va tenuto d’occhio Virdis, ma anche gli esterni di centrocampo perché lo schema base è il cross lungo per la punta centrale. Schierando Paradiso, Morganti intende anche un po’ cambiare le carte in tavola: con un giocatore come lui si più giocare maggiormente palla a terra. Nella giornata di oggi, dopo un tavolo di lavoro a Roma, dal Coni si è appresa la notizia, per essere più precisi l’indiscrezione, che ad ospitare i Giochi del Mediterraneo del 2009 dovrebbe essere Napoli e non Pescara, città che ha qualche problema ad ospitare la manifestazione viste le polemiche fra sindaco e governatore. Per evitare che i Giochi finiscano a Salonicco, Petrucci potrebbe spostare la manifestazione proprio nella città di Napoli. In ogni caso, a breve se ne saprà di più. Certo è che Pescara non ne esce bene, e lo stesso Petrucci minaccia di abbandonare il Comitato se non si verrà ad una soluzione entro breve". Luca Bassoti, giornalista del "Corriere Adriatico", è intervenuto a "Sottorete", il newsmagazine sportivo curato dai portali Pianetanapoli.it, Tuttonapoli.net e Napolisoccer.net in onda dal lunedì al venerdì su Radio Stereo 5 a partire dalle 19: "Il caso-Bogliacino si è riaperto dopo che il direttore tecnico della Sambenedettese, Giuseppe Dossena, è volato in Uruguay per accertamenti. Dossena ha parlato con il presidente del Plaza Colonia, club che ha venduto il calciatore al Napoli nonostante la Samb avesse un’opzione da esercitare entro il 31 luglio per riscattare il giocatore. Una settimana prima, l’allora socio della Samb e consulente di mercato Vincenzo D’Ippolito aveva parlato con la società marchigiana per il riscatto del giocatore, e D’Ippolito disse che non c’era il denaro per farlo, cosa smentita da Mastellarini poche settimane dopo. In buona sostanza, la Samb sostiene che poteva riscattarlo ma che nel frattempo il Plaza Colonia si è preso la libertà di trattare e chiudere l’affare con il Napoli. La società vuole rivalersi esclusivamente sul Plaza Colonia, ma i dettagli saranno illustrati in una prossima conferenza stampa. La Samb in questi mesi ha raccolto parecchio materiale, ed intende andare avanti nonostante il club stia per passare di mano. Sulla carta il giocatore potrebbe rischiare la squalifica, ma il discorso è complesso perché se verrà presentato ricorso alla Fifa, poi ci potrà essere un appello fino al terzo grado rappresentato dal Tas". Claudio Costanzo, centrocampista del Chieti, è intervenuto a "Sottorete", il newsmagazine sportivo curato dai portali Pianetanapoli.it, Tuttonapoli.net e Napolisoccer.net in onda dal lunedì al venerdì su Radio Stereo 5 a partire dalle 19:"Per me, napoletano di Frattamaggiore, la gara contro il Napoli offrirà un’emozione incredibile, così come ai compagni Capasso e Langella. Quest’ultimo è il più giovane, ha 16 anni ed è di Pompei, e da tempo sta parlando a tutti i compagni della sua emozione per una sfida che quasi non crede vera. Personalmente ho molti amici che seguono il Napoli sia in casa che in trasferta, e mi dicono che quest’anno sarà davvero l’anno buono. Io lo spero tanto, se poi dovesse arrivare anche la salvezza del Chieti sarebbe davvero il massimo. Dei giocatori del Napoli conosco bene Marco Capparella, ho giocato con lui ad Ascoli lo scorso anno ed in ritiro è stato il mio compagno di stanza. Ad Ascoli è stato poco compreso, e forse anche perché ha giocato in un ruolo non suo. Lui è una mezzapunta veloce, non proprio un esterno destro, e nonostante questo a Napoli sta riuscendo ad esprimere il meglio di sé. Domenica scambierei volentieri la maglia con Marco, oppure con Gaetano Fontana: per me è un vero e proprio fenomeno, un giocatore che il Napoli deve tenersi stretto".

Translate »
error: Content is protected !!