CAMPIONI SI’, DIVI NO

CAMPIONI SI’, DIVI NO src=

Vuoi fare pubblicità ad un calciatore? Rivolgiti alle testate e alle trasmissioni tv di Napoli, e associa il nome del giocatore che vuoi promuovere alla maglia azzurra, vedrai che ne uscirai più ricco. La nostra squadra ormai funge da megafono, una cassa di risonanza che viene udita in ogni dove, e una notizia che parte da qui fa il giro di mezzo mondo, prima di tornare poi mestamente al punto di partenza, con il solito pugno di mosche fra le mani.

Il nome di Pier Paolo Marino viene ormai inserito in qualsiasi trattativa, stando a quanto si dice in giro il Direttore dovrebbe essere dappertutto nello stesso momento, ogni calciatore di livello medio alto sarebbe in contatto con lui per trasferirsi all'ombra del Vesuvio. Ma spesso queste voci si rivelano infondate, opera di astuti manager che, per far lievitare il prezzo del calciatore che assistono, lasciano fuoriuscire la classica "bomba". Troppo spesso l'epicentro di questa bomba è la Campania, e troppo spesso l'allarme si rivela fasullo. L'ultimo nome, in ordine di tempo, è stato quello di Giuseppe Rossi, e De Laurentiis avrebbe offerto cifre da capogiro per il campioncino del Manchester, peccato che questo "affare" si è rivelata ben presto una vera e propria boutade. Diverso è invece il discorso quando sono i calciatori stessi che usano Napoli per farsi pubblicità, come nel caso di Bianchi, che si è servito dell'offerta di Marino per strappare un contratto più ricco da un'altra parte; non abbiamo bisogno di gente poco motivata nè di chiacchieroni che fanno nascere polemiche facendo gli schizzinosi o bussando a soldi. Peggio ancora è stato il nostro conterraneo Nocerino, che ha sbandierato ai quattro venti il suo amore per la maglia ma non ha esitato poi a preferire la Fiorentina solo perchè gli aveva offerto qualcosina in più. "Per un pugno di euro", parafrasando un capolavoro della cinematografia americana, tanto cara al nostro Presidente. 

La politica dei giovani, su questo si baserà la campagna acquisti, stando a quanto ci è stato fatto intendere. E ben venga in quest'ottica un centravanti come Pellè, che è stato inserito dal Lecce in uno scambio con Christian Bucchi, scambio che potrebbe rivelarsi fruttuoso, viste le qualità che (non) ci ha mostrato "Bum Bum" nella scorsa stagione. E poi Semioli, Blasi, Brighi, Gargano… tanti ragazzi di sicuro avvenire, acquisti prospettici, giusto per dirla alla Marino. Ma dopo aver rinforzato la rosa con questi acquisti di gran valore, sarebbe opportuno chiudere col botto, prendendo un campione che farebbe fare il salto di qualità. E sono due i nomi che farebbero sognare di più i tifosi: Recoba e Cassano. Il primo è un giocatore dal talento sconfinato, un uomo di esperienza e che conosce alla perfezione la categoria, un gran professionista. Per il barese Cassano invece garantisce il suo quasi conterraneo, Montervino, che è di Taranto. Il capitano ha dichiarato in un'intervista che il talento pugliese sarebbe "la ciliegina sulla torta" del mercato partenopeo. E se non si fosse sbagliato? Magari Cassano accettando Napoli e il suo grande gruppo imparerebbe a disciplinarsi, e allora si che inizierebbe la festa e il divertimento sugli spalti, perchè un giocatore così è in grado di farti impazzire. Altri pochi elementi più il grande campione sarebbero sufficienti, per il resto va benissimo confermare in toto (o quasi) l'organico che tante soddisfazioni ci ha regalato lo scorso anno, tutti abili e arruolabili per una stagione che si preannuncia combattutissima, e perchè no, con la ciliegina giusta, anche spettacolare e divertente. 

Translate »
error: Content is protected !!