Corbo: “Il Napoli ha intrapreso una strategia non-internazionale”

Lo storico editorialista de La Repubblica Antonio Corbo ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Radio Goal su Kiss Kiss Napoli: “Riguardo al Napoli mi guardo intorno e vedo cose anomale: apro i giornali e su di essi leggo titoli come ‘Assalto a Valdifiori’. Non credo sia il caso di usare questi toni da gran mercato: in questo momento il club azzurro sta subendo un calo di quotazione. Il centrocampista dell’Empoli è un ottimo giocatore, ma Mascherano è ben altro. E’ evidente che in questo momento il Napoli sta cambiando strategia, tuttavia questo non è un errore. Nella piazza c’è comunque disamore: il Napoli non produce, i risultati quest’anno sono stati deludenti e gli sponsor annoiati e quindi, come si fa sempre nelle buone famiglie, nella prossima stagione ci sarà un taglio delle spese. Che dimensione avrà il Napoli? Quella di Sarri, un allenatore di provincia, e quella di Giuntoli, fino a ieri direttore sportivo del Carpi, ossia i migliori elementi che le provinciali hanno messo in luce. Riguardo all’unico anno di contratto per il nuovo allenatore, possiamo dire che gli ottimisti pensano già a Conte come suo successore quando si libererà dalla Nazionale, mentre i pessimisti pensano ad un cauto ingaggio in modo da evitare errori per il futuro. A mio parere questo Napoli è stato sottovalutato, molti giocatori non hanno dato il massimo quest’anno; dunque, prima di fare acquisti, bisogna capire quali giocatori attualmente in rosa possono venire recuperati“.

Translate »
error: Content is protected !!