Dazn, aumento del costo e nuove regole: le proteste degli utenti

In questi giorni gli utenti di Dazn hanno ricevuto una mail di introduzione a quelli che saranno i cambiamenti in vista della prossima stagione.

Da settembre 2022 sarà possibile registrare massumo due dispositivi all’applicazione DAZN, dove si potranno guardare i contenuti da entrambi i dispositivi connessi alla stessa rete internet della propria abitazione. Lo si potrà utilizzare anche quando si è fuori casa, ma in quella circostanza non contemporaneamente con l’altro dispositivi registrato. Senza dimenticare che il proprio account non può essere condiviso con altri essendo personale. E di conseguenza l’abbonamento standard, visto le condizioni, diventa strettamente personale.

La novità Dazn Plus

A far scatenare le proteste dei fruitori è la novità del doppio abbonamento. Ci sarà la versione standard a 29,99 al mese e quella più costosa a 39,99, denominata Dazn Plus. Quest’ultima tra l’altro andrebbe ad offrire gli stessi servizi della scorsa stagione. Si tratta di un massimo di sei dispositivi registrati con l’eccezione di potersi connettere anche da due connessioni diverse. Dunque a seconda dell’abbonamento che si andrà a scegliere, ci sarà un aumento di 10 o 20 euro rispetto alla passata stagione, dove il prezzo era di 19,99, un rincaro del 50%. O addirittura il doppio per chi vuole continuare ad avere gli stessi servizi di prima.

Lo scorso anno le lamentele erano legate soltanto alla visione dei programmi: non sempre nitida o in alcune circostanze gli abbonati non riuscivano ad assistere agli eventi in corso, riscontrando problemi nel connettersi. A questo si è aggiunta la questione dei costi, con gli utenti che sui social gridano alle prime disdette. Da un punto di vista economico l’abbonamento standard di trenta euro, considerando la media di un euro al giorno potrebbe anche essere accettabile ma col compromesso che gli utenti possano usufruire del servizio senza problemi. Anche se questo aspetto non è condiviso da tutti i consumatori, che fanno leva sulla flessibilità di prezzi che varia da paese a paese.

Translate »
error: Content is protected !!