De Laurentiis: parole infelici e sfida immane per il suo Napoli

Nel caos emotivo che spesso accompagna il calcio italiano, c’è una costante che pare resistere al trascorrere del tempo: le dichiarazioni incendiarie del presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis. Con una frequenza che sfiora l’irritante, De Laurentiis sembra una sorta di artista dell’offesa, capace di ferire con le sue parole sia i tifosi che gli addetti ai lavori, lasciando dietro di sé una scia di malcontento e sconcerto.

Il recente episodio, occorso giovedì scorso durante la presentazione del suo film “Sarò con Te”, è solo l’ultimo di una lunga serie di gaffe verbali. Di fronte alle telecamere, De Laurentiis ha gettato benzina sul fuoco dell’irritazione, apostrofando i tifosi del Napoli come “illusi” per il solo crimine di desiderare la vittoria. Un’uscita fuori luogo, priva di sensibilità e rispetto per l’essenza stessa del tifo calcistico: la passione e la speranza.

È un comportamento che lascia perplessi, considerando che De Laurentiis dovrebbe incarnare il cuore pulsante del club, essere il suo portavoce più autorevole e, soprattutto, il suo principale sostenitore. Tuttavia, le sue parole sembrano sempre scivolare su una china ripida, conducendo il Napoli verso un baratro di conflitti interni e disaffezione esterna. Per giunta, al numero 1 del club è riuscita anche l’impresa di rinnegare le sue stesse parole di giugno, dove alla festa scudetto esclamò: “Dobbiamo vincere, vincere e poi rivincere ancora!”

Ma al di là delle costanti polemiche sulle sue parole, c’è una sfida ancora più grande che attende De Laurentiis: quella di ricostruire dalle macerie di una stagione deludente un Napoli vincente e competitivo su tutti i fronti. È un compito titanico, che richiede non solo capacità manageriali, ma anche una profonda comprensione delle dinamiche emotive e sociali che permeano il mondo del calcio. Dalla scelta dell’allenatore a quella del direttore sportivo, passando per il calciomercato dove il patron è chiamato a ponderare bene le sue scelte per non incappare in profili inadeguati per la massima categoria italiana.

I tifosi del Napoli meritano più di un presidente che li derida e li offenda, meritano un leader che li ispiri, li guidi e li sostenga nei momenti di difficoltà. De Laurentiis ha di fronte a sé una prova durevole: dimostrare di essere all’altezza del ruolo che ricopre, non solo come imprenditore, ma soprattutto come custode del patrimonio affettivo di migliaia di appassionati. Solo il tempo dirà se De Laurentiis sarà in grado di accettare questa sfida e guidare il Napoli verso un futuro luminoso. Ma una cosa è certa: la strada per la redenzione passa attraverso una profonda riflessione sul potere delle proprie parole e sull’importanza di trattare con rispetto coloro che fanno grande un club: i suoi tifosi.

De Laurentiis: parole infelici e sfida immane per il suo Napoli
Napoli 16/03/2023 – comitato di ordine e sicurezza pubblica / foto Image
nella foto: Aurelio De Laurentiis

De Laurentiis: parole infelici e sfida immane per il suo Napoli

Translate »
error: Content is protected !!