E’ QUESTA LA STRADA PER TORNARE IN B

Ebbene sì! Il cuore azzurro protagonista al San Paolo. In un attimo si è avuta l’impressione di stare già a giugno, in una gara ipotetica di play off. Insomma, abbiamo assaggiato e gustato una vera partita di serie C, senza tanti fronzoli e giocate di fino, senza troppo badare a schemi e dettami tecno-tattici. La " fisicità " tanto invocata da Don Aurelio si è vista e fatta sentire. E’ una questione di gusto. Questa vittoria sofferta e maturata agli occhi del popolo azzurro ha un sapore diverso, ha quel pizzico di sale in più che fa ben sperare sotto il punto di vista caratteriale, quel carattere e determinazione che tanto aveva fatto penare in passato. Carattere e determinazione che non è sprovvisto al Pampa Sosa. Sosa ha siglato il suo sesto gol partenopeo, tra acciacchi, fratture e stiramenti e sempre lavorando nel silenzio, mai una polemica e mai un voce al di sopra delle righe. Una professionalità appartenente a poche persone, da prendere come un esempio pratico e costante non solo nel calcio, scienza " volgare ", ma anche nella vita. Insomma l’ariete argentino la lingua la usa solo per esultare dopo i gol. E che dire di Matteo Giannello! Guardiano di una porta che spesso ha i pali roventi? Lui nel Napoli, come molti dei suoi compagni ci è venuto quasi per caso, ma sembra esserci da sempre, anche quando era lì a scaldare le panche del San Paolo. Nel calcio, si dice che quando c’è un portiere che para ed un attaccante che segna il resto vien da solo, in effetti oggi è stato così, oggi come non mai si è avuta l’impressione che questa squadra, a parte il gioco un po carente, ha carattere da vendere e attributi da mostrare all’occorrenza. In primavera di solito si mette nel pagliaio il fieno per l’inverno, ed il nostro inverno saranno presumibilmente i play off, da disputare ma soprattutto da vincere per tornare a sognare. Don Aurelio ne è consapevole da tempo.

Translate »
error: Content is protected !!