IL NAPOLI RIPRENDE A VOLARE

IL NAPOLI RIPRENDE A VOLARE src=
Vittoria importantissima del Napoli su un campo ancora inviolato come quello del Frosinone;gli azzurri ,infatti,vincendo questo scontro diretto riprendono saldamente in mano la testa della classifica anche grazie al tracollo casalingo della Sangiovannese,sconfitta addirittura per 4 a 1 contro la Torres.Adesso sono quattro i punti di vantaggio sulla seconda ed il Napoli ha sempre una partita in meno da recuperare il 18 gennaio contro il Grosseto.Gli azzurri sono scesi in campo con grande determinazione su di un terreno di gioco ai limiti della praticabilità collezionando subito tre palle gol nei primi dieci minuti di gioco,la più nitida delle quali con il protagonista del match Bogliacino che sfiorava il palo facendo le prove generali per la sua successiva doppietta;Frosinone in bambola e costretto all ‘inferiorità numerica per un fallo da ultimo uomo di Ischia su Pià lanciatissimo a rete.Ma a questo Napoli per tradizione non piace vincere senza soffrire e proprio nel momento migliore ed in superiorità numerica passa in svantaggio sull’ennesima dormita della retroguardia che sta vanificando con queste ultime prestazioni quando di ottimo fatto vedere ad inizio stagione.Dopo questo inizio non era facile recuperare così alla grande la partita in uno stadio trappola infuocato dall’entusiasmo dei tifosi laziali situati praticamente a ridosso del terreno di gioco ed è per questo che la vittoria schiacciante per tre a uno assume un significato ancora più importante.In una giornata nuovamente gloriosa per il tifo azzurro e nella quale abbondano le cose di cui essere felici non mancano però delle considerazioni non positive e soprattutto ancora una volta per quanto riguarda il pacchetto arretrato che,dopo essersi fatto sorprendere di testa da Mastronunzio che certo non è un ariete,si è lasciata perforare con imbarazzante facilità nel finale ,quando Iezzo ha salvato un risultato che parteva oramai ipotecato con due grandi interventi.Tralasciando il problema della fascia sinistra,dove si spera che oramai Reja abbia capito che sia in grado di giocare solo Montervino,appaiono in continua involuzione le prestazioni della coppia centrale con Maldonado che anche oggi ha commesso alcuni errori da "principiante";per fortuna Reja ha avuto la prontezza di rimediare repentinamente sostituendo Giubilato prima che il giocatore andasse incontro ad una inevitabile espulsione,vista la semplicità con la quale Bellè era in grado di saltarlo.Sembra evidente che a Gennaio occorrono a questo Napoli un paio di terzini in attesa del rimpianto Savini che così al suo ritorno potrebbe costituire una valida alternativa ad uno dei due centrali,non dovendo ricoprire a quel punto il ruolo di esterno che tra l’altro egli stesso non predilige.Altra nota stonata è l’ennesima ingenuità del capitano Montervino ,capace di fornire sempre grandi prestazioni ,vanificandole però a volte con atteggiamenti che un giocatore della sua caratura dovrebbe imparare a non assumere;adesso il Napoli sarà costretto a fare a meno ancora una volta del suo capitano che appare oggi insostituibile in qualsiasi ruolo svolga.C’è da augurarsi che alla lista degli indisponibili non si aggiunga Pià ,infortunatosi in occasione del raddoppio azzurro,perché il brasiliano ha fornito quest’oggi una prestazione davvero esemplare,coronata da un gol stupendo con un tocco sopraffino alla "Careca".Tra le cose di cui gioire,a parte la freschezza ritrovata da Pià ,c’è la prestazione di mariano Bogliacino,che ha assunto quest’oggi con la sua doppietta l’identità di trascinatore della squadra e la buona partita di Amodio,che ha aggiunto forza fisica e grinta al centrocampo. Tra soli tre giorni il Napoli scenderà nuovamente in campo ed auguriamoci che il S.Paolo torni ad essere lo scenario di un grande tifo pronto a spingere gli azzurri ad una vittoria che sarebbe decisiva per consolidare il primato prima della sosta natalizia.

Translate »
error: Content is protected !!