Il tradimento di Anguissa, Di Lorenzo e Rrahmani

Il tradimento dei senatori del Napoli: Di Lorenzo, Rrahmani e Anguissa

La delusione dei tifosi di fronte al calo di forma e di impegno dei tre giocatori chiave

Napoli – Nel cuore dei tifosi azzurri cresce un forte sentimento di delusione nei confronti di tre giocatori chiave della squadra: Giovanni Di Lorenzo, Amir Rrahmani e André-Frank Zambo Anguissa. La stagione post-scudetto ha rivelato un calo significativo nel loro rendimento e nell’atteggiamento in campo, lasciando i sostenitori del Napoli con un amaro in bocca e un senso di smarrimento, conditi da una posizione in classifica che lascia a desiderare.

Giovanni Di Lorenzo, dopo aver firmato (in estate) un rinnovo contrattuale che alimentava grandi speranze, sembra essersi allontanato completamente dalla sua forma migliore. L’energia, la grinta e la determinazione che lo avevano reso un punto fermo della squadra sono svanite nel nulla, lasciando un vuoto difficile da colmare sulla fascia destra del campo. Da capitano ha sempre provato a difendere le prestazioni dei suoi compagni, ma anch’egli non è riuscito ad invertire la rotta.

Anche Amir Rrahmani ha deluso le aspettative, soprattutto dopo la partenza del suo compagno di reparto, Kim, destinato al Bayern Monaco. La mancanza di leadership e solidità difensiva si è fatta sentire, mettendo in luce la sua dipendenza da un compagno di reparto più forte. Senza un punto di riferimento solido, Rrahmani ha faticato a sostenere il peso del reparto difensivo, contribuendo così ai problemi difensivi della squadra. Certo è che il passaggio da Kim a Juan Jesus come compagno di reparto sarebbe complicato per tutti i centrali difensivi, ma il kosovaro non ha sfruttato l’occasione di diventare il leader della difesa, le sue prestazioni sono sempre state insufficienti ed è apparso spaesato in un reparto danzante.

Infine, André-Frank Zambo Anguissa, nonostante alcuni momenti di brillantezza, ha mostrato un calo significativo nell’impegno, nella cattiveria e nella voglia di lottare su ogni singolo pallone. La sua mancanza di costanza e determinazione ha compromesso la coesione e l’efficacia di un centrocampo spento, influenzando negativamente le prestazioni generali del Napoli. Anche qui come nel caso della difesa ci sono state delle modifiche di reparto, ma l’inversione di trend del camerunese è da brividi…e in estate rischia anche lui.

Il confronto con la posizione attuale del Napoli in classifica è impietoso: ottavo e con 30 punti in meno rispetto all’anno precedente. Questo drastico declino è il risultato diretto dei contributi negativi di Di Lorenzo, Rrahmani e Anguissa tra gli altri. I tifosi, che un tempo guardavano a loro come ai pilastri della squadra, si trovano ora a chiedersi cosa sia successo al loro spirito combattivo e alla loro determinazione. In conclusione, il tradimento dei senatori del Napoli è evidente non solo nei loro scarsi risultati sul campo, ma anche nell’atteggiamento dimostrato nei confronti della maglia e dei tifosi. Se la squadra vuole risollevarsi e tornare ai vertici del calcio italiano, sarà necessario un cambio di mentalità e un ritorno alla passione e alla dedizione che una volta li contraddistingueva.

Il tradimento di Anguissa, Di Lorenzo e Rrahmani

Il tradimento di Anguissa Di Lorenzo e Rrahmani

Translate »
error: Content is protected !!