La nemesi di Pioli

È diventato uno degli allenatori più rispettati e in voga degl’ultimi anni, ma piuttosto che elevarsi a punto di riferimento da battere (mister della squadra campione d’Italia in carica) e esempio per il resto, Stefano Pioli è entrato nel vortice pericoloso post-sconfitta. Perché dopo l’ultimo Milan Napoli finito per 1-2 a favore dei ragazzi allenati da Spalletti, il tecnico di Milanello non riesce a non pensare alla sua sconfitta e una conferenza si e l’altra pure sottolinea la delusione per la sconfitta e come la sua squadra a suo dire meritasse di più.

Il suo Milan non sta deludendo anzi, questa sera si giocherà gli ottavi di finale di Champions tra le mura amiche contro il Salisburgo, ma in campionato il trend non è longilineo e perfetto e il tabellone conta già due pensati sconfitte. Oltre a quella percepita contro gli azzurri, i rossoneri hanno perso l’ultimo match contro il Torino e sono scivolati a 6 lunghezze dal Napoli capolista. Eppure invece di osservare i propri problemi interni, Pioli torna sempre al match di San Siro dove per 2 volte i suoi ragazzi sono stati in vantaggio per poi perdere grazie alla girata del ‘cholito’ Simeone. A distanza di ormai un mese, Pioli non volta pagina restando sull’amara sconfitta che ha anche scatenato l’ilarità dei tifosi azzurri che hanno puntato il dito contro il tecnico parmigiano. Ci saranno sicuramente altre sfide contro il Napoli ma forse è arrivato il momento di voltare pagina….

Il dito contro una rubrica di pianeta napoli
Il dito contro una rubrica di pianeta napoli
Translate »
error: Content is protected !!