Le bugie di Cristiano Giuntoli

Sono passati pochissimi giorni dalle dichiarazioni (le prime dopo molto tempo) di Cristiano Giuntoli, direttore sportivo del Napoli, in conferenza stampa nel ritiro di Dimaro. L’ex Carpi, ormai al suo 7imo anno alla guida sportiva partenopea, ha parlato molto e soprattutto in ottima mercato visto che i temi caldi di luglio vedono molti giocatori in orbita Napoli protagonisti (per le operazioni in entrata e in uscita). Tra le tante parole esclamate, quelle su Koulibaly resteranno probabilmente negli archivi di storia perché dopo circa 4 giorni sono state contraddette dall’agente del calciatore e sopratutto dall’epilogo dei fatti. Giuntoli ha sottolineato l’importanza dell’ormai ex calciatore del Napoli e ci ha tenuto a puntualizzare la grandezza dell’offerta di rinnovo presentata dal Napoli, peccato che Ramadani ha (sulla Gazzetta dello sport) smentito il tutto, che come già detto è stato confermato dai fatti. Ciò che però ha colpito è la facilità con la quale il d.s ha parlato di Kalidou come ancora un calciatore del Napoli ma, nello specifico, come INCEDIBILE. L’offerta a dire societario “irrinunciabile” non si è poi mostrata così’, con il senno di poi considerando le dichiarazioni di smentita. Ad ogni modo ancora una volta il rispetto e la chiarezza (di una società mediocre sotto diversi aspetti) sono venuti a mancare per menzogne che hanno inasprito gli animi con i tifosi, in un rapporto già frivolo di suo….aspettando il destino di Mertens.

Translate »
error: Content is protected !!