Con Petagna sul piede di partenza, il Napoli potrebbe già avere in rosa una risorsa da valorizzare

Tra le tante situazioni di mercato ancora da decifrare in casa Napoli, tra rinnovi e contratti in scadenza nell’immediato, ci sono anche altri calciatori che potrebbero partire. Tra cui Demme, Politano ma anche il nome di Andrea Petagna è stato accostato al mercato in uscita.

La stagione dell’ex Spal è iniziata, lo scorso anno, con incertezza. Mercato ancora aperto e valigie pronte per ogni evenienza, poi l’urlo liberatorio sotto il settore ospiti del “Marassi” e la conseguente conferma. Il Napoli, con le tre competizioni da disputare, non poteva prescindere dal terzo attaccante in rosa per affrontare i numerosi impegni. Con Mertens come jolly da sfruttare tra la trequarti e l’attacco, anche se il belga ha giocato effettivamente col contagocce o comunque con maggiore frequenza soltanto nel finale di campionato.

Il 1 luglio darà il via ufficialmente al calciomercato ma è risaputo che spesso i primi contatti possono avvenire anche durante i campionati in corso. Torino, Monza e chissà, col passare delle settimane, quanti altri club verranno ulteriormente accostati all’ex Spal.

Il minutaggio non è stato così ampio durante la stagione, finendo così “dimenticatoio” soprattutto nell’ultima parte di stagione. Complessivamente, tra tutte le competizioni, soltanto 8 partite da titolare. Se ci soffermiamo soltanto sul campionato, risultano 24 apparizioni: 4 da titolare ma soltanto spezzoni di gara nelle altre venti. E questo scenario  può essere anche comprensibile ricoprendo il ruolo di terzo attaccante.

Ciononostante Petagna, nonostante quelli che possano essere i suoi limiti, ha sempre dato il suo apporto alla causa cercando di lasciare tutto quello che poteva dare sul campo.

Con Petagna sul piede di partenza, il Napoli potrebbe già avere in rosa una risorsa da valorizzare

In attesa di scoprire quale sarà il futuro di Mertens, otto giorni al fatidico 1 luglio, e dunque la possibilità di dover intervenire ulteriormente sul reparto offensivo; gli azzurri in caso di partenza di Petagna potrebbero però avere già in casa il cosiddetto terzo attaccante. Stiamo parlando di Giuseppe Ambrosino, gioiellino della Primavera che potrebbe essere valorizzato in vista del nuovo campionato. Dopo l’addio di Insigne e la scoperta Zanoli dello scorso anno, Ambrosino potrebbe rappresentare una nuova speranza proveniente dal settore giovanile. L’attaccante classe 2002 ha concluso la stagione come capocannoniere a quota 20 gol. Nei giorni scorsi è arrivato anche un gran goal con la Nazionale Under-19 contro la Slovacchia.

Un profilo di grande velocità, uno dei suoi punti di forza che lo rendono pericoloso a campo aperto con un controllo di palla delicato. Ed in Primavera ha dato il suo contributo anche come assist-man. Senza grosse pretese che possano portare a futili pressioni, semplicemente un’idea da tener, però, in considerazione soprattutto se valutiamo il minutaggio che possa avere un terzo attaccante in rosa. E di conseguenza un risparmio economico anche per la società che potrebbe investire i fondi in altri reparti, dove magari ci sarà bisogno di intervenire con una certa urgenza.

 

 

 

Translate »
error: Content is protected !!