PRIMI FISCHI E PRIME DELUSIONI

PRIMI FISCHI E PRIME DELUSIONI src=
Siamo alla sesta giornata di campionato, il Napoli con i suoi 8 punti in classifica è settimo in classifica a soli 5 punti dalla prima.Tutti sappiamo che non ha compiuto la preparazione atletica come le altre squadre, ha dovuto creare una squadra completa in pochi giorni, ha dovuto recuperare 2 partite cosa che ha comportato partite a distanza di pochi giorni. Per questo il pubblico sugli spalti è aumentato di partita in partita, ha applaudito quella squadra che con la Vis-Pesaro dallo 0-1 passava al 3-1 e che poi crollava subendo 2 reti nel secondo tempo. Lo stesso che ha applaudito anche la prima sconfitta con la Reggiana 2-0, ma con l’Avellino quel pubblico che ha fatto battere tutti i record, quei 70.000 volevano la vittoria. Domenica, non ci sono stati gli applausi e qualcuno ha anche accennato a dei fischi, ma forse non era neanche giusto, al di là del gioco, l’Avellino era ed è sempre prima in classifica.

Ieri sera però veder giocare il Napoli discretamente contro un avversario tecnicamente inferiore è stato brutto. Ancora più brutto quando si perde con dei goal presi così, il primo con una indecisione di Bonomi che sembra quasi abbia avuto paura del pallone ed il secondo, il solito Belardi, che con una sua "papera" clamorosa aveva condannato il Napoli anche con la Reggiana, ma che poi timidamente nelle interviste serali ha dichiarato che si sono fatti sorprendere come polli.

E allora oggi, non si parla che di mercato, quello che ieri era inutile è tornato obbiettivo necessario.

Il problema, purtroppo, è sempre lo stesso ed anche il presidente De Laurentis lo ha capito, il Napoli è una squadra di serie C che è partita svantaggiata rispetto alle altre e che deve recuperare, quindi in perfetto stile napoletano ci eravamo prima noi tifosi, montati la testa ed oggi sembriamo esserci risvegliati da un sogno divenuto incubo.

Torniamo con i piedi per terra, questo è soltanto un momento no del Napoli, tutti stanno lavorando per fare del loro meglio, se ci vorranno dei rinforzi di sicuro sia il presidente De Laurentis che Marino provvederanno a fare del loro meglio, e poi non siamo condannati alla C, il campionato è solo all’inizio e la strada è lunga da percorrere.

Basta vittimismo, è il caso di dire "chi vivrà, vedrà". Abbiamo dato fiducia a De Laurentis allora la dobbiamo mantenere fino alla fine.

Translate »
error: Content is protected !!