Un leone in gabbia

Le prime tre partite di campionato sono andate ,  arriva la sosta per gli impegni Nazionali . Il Napoli colleziona due vittorie e una sconfitta , nel complesso , però , non riesce a convincere . La gara casalinga contro la Lazio ha mostrato tutte le lacune dei ragazzi di Mister Garcia , una difesa allo sbando ,  una fase offensiva poco concludente e il reparto di interdizione rilassato e smidollato . È decisamente troppo presto per giungere a conclusioni ma è pur vero che il Mister potrebbe fare di meglio per cercare di limitare le situazioni sopra esposte . Dal suo arrivo , infatti , Natan non ha ancora visto il campo , e per quanto possa essere poco esperto riuscirebbe sicuramente a fornire più dinamicità e più esplosività alla fase difensiva , data anche la giovane età , rispetto al 33enne Juan Jesus . Jack Raspadori sembra ancora non avere una locazione fissa e viene dunque impiegato in ruoli che , come si era già notato con Spalletti , non gli appartengono , il suo ingresso in campo in una situazione di svantaggio porterebbe dunque solamente scompiglio. L’escluso per eccellenza , però , è Eljif Elmas . Il Macedone ha collezionato 32 minuti circa in 3 partite  non avendo mai la possibilità di dire la sua . Giocatore dotato di tecnica eccelsa , risulta duttile in campo , ottima progressione ma soprattutto utile sia per inserimenti sia in fase di interdizione. Eljif ha dimostrato nella precedente stagione di essere il dodicesimo uomo perfetto vincendo lo scudetto da protagonista con 6 reti e 3 assist uno più pesante dell’altro . Oltre alla fase realizzativa il macedone era diventato la sostituzione preferita di Spalletti perché capace di mettere ordine in situazioni difficili , capace di chiudere partite appese ad un filo e soprattutto capace di saper aspettare il suo momento . Siamo appena all’inizio della stagione e pure il momento di Eljif Elmas sembra già arrivato , ma cosa aspetta il mister a liberare il Diamante Macedone ?

 

Translate »
error: Content is protected !!