Vittoria di sofferenza che alimenta le speranze del Napoli: analisi e pagelle

Torna a Serie A dopo la sosta, il Napoli è impegnato nella difficilissima trasferta di Bergamo contro l’Atalanta. Scioglie le riserve Spalletti che lancia dal 1′ Zanoli al posto dell’infortunato Di Lorenzo. A centrocampo spazio alla fisicità di Anguissa, Zielinski prende il posto di Fabian in mezzo al campo. L’Atalanta, come di conseuto, parte subito forte e riesce nell’intento di pressare alto e mettere il Napoli alle corde. Le opportunità per gli orobici non mancano, quella più pericolosa è senza dubbio il tentativo di testa di Malinovskyi. Ospina, però, sventa la minaccia senza farsi ingannare dalla traiettoria abbastanza lenta. Gli azzurri riescono a tenere botta e a mantenere la porta inviolata. Un guizzo di Zanoli in profondità per Mertens, reagala al Napoli l’opportunità dal dischtto: il belga viene steso da Musso e Di Bello con l’ausilio del Var indica il dischetto. Insigne non sbaglia, Musso indovina la traiettoria ma non ci arriva. Il leitmotiv non cambia e i ragazzi di Gasperini tornano all’attacco. Una serpentina di Lobotka consente al Napoli di ottenere una punizione da una zona del campo molto invitante. Insigne, l’uomo dei piazzati, mai come in questa stagione, legge il movimento di Politano ed è raddoppio Napoli. Nel finale del primo tempo per poco Koulibaly non approfitta dell’errore di Palomino. Il leitmotiv alla ripresa non cambio e l’ingresso di Boga è una spina nel fianco per il Napoli. I cambi ridanno speranza a Gasperini: Miranchuck alza la testa e trova De Roon che batte Ospina, nulla può l’estremo difensore colombiano. Quest’ultimo si rende protagonista di un fantastico colpo di reni sulla conclusione ravvicinata di Boga che per poco non regala il pareggio agli uomini di Gasperini. Da sottolineare l’importanza dei cambi di Luciano Spalletti. Il gol vittoria arriva proprio dall’asse Lozano ed Elmas. 3-1 definitivo che regala agli azzurri una vittoria sofferta e di cuore, il sogno degli azzurri può continuare

LE PAGELLE

Ospina 6.5: Tantissimi tiri arrivano dalle parti di Ospina, ci mette i guantoni sulla traiettoria di Malinovskyi. Nulla può sul gol senato da De Roon. Compie un autentico miracolo sulla conclusione ravvicinata di Boga.

Mario Rui: 6.5 Il rendimento stagionale del portoghese è uno dei migliori della sua carriera fino ad oggi. Attento e preciso in fase difensiva. Sfiora anche il gol con un tentativo dalla distanza.

Koulibaly:5,5 Partita di grande confusione del difensore senegalese. Disattento e impreciso nel primo tempo, completamente a vuoto la marcatura sul gol di De Roon. Sbaglia il gol che avrebbe potuto chiudere definitivamente i giochi prima del duplice fischio. Da sottolineare il lancio in profondità per Lozano, utile per il 3-1 finale.

Jesus: 6 Il difensore brasiliano si dimostra ancora una volta una sicurezza. Quando viene chiamato in causa da mister Spalletti, la risposta sul campo è sempre positiva. Bravo su Miranchuk, poi l’ammonizione lo costringe ad una partita più col freno ma la sufficienza è piena.

Zanoli: 6.5  Si presenta alla prima da titolare in Serie A con la personalità e la calma di un veterano. Il suo spunto per Mertens porta al rigore trasformato poi da Insigne.

Lobotka: 6.5 Da quando è entrato nelle gerarchie di Spalletti ha preso in mano le chiavi del centrocampo. La serpentina sul centrocampo nerazzurro è stata la chiave della gara che ha permesso di ottenere il raddoppio.

Anguissa: 5.5 La fisicità di Anguissa non porta i frutti sperati. Spesso e volentieri soffre la marcatura, non una delle migliori prove del camerunense da quando è arrivato al Napoli. L’ammonizione vale la squalifica per la prossima gara contro la Fiorentina.

Zielinski: 5.5 Oscurato dalla marcatura di De Roon, non viene fuori una partita esaltante per il polacco nel centrocampo a tre.

Insigne: 6.5 Lorenzo si conferma l’uomo dei piazzati. Segna il rigore procurato da Mertens, grande lettura sul movimento di Politano che vale il 2-0.

Mertens: 6.5  Si procura il calcio di rigore sul suggerimento di Zanoli. Il belga è presente durante la gara seppur difficilmente trova spazio per andare alla conclusione. Fa a sportellate con gli avversari e conquista falli preziosi per interrompere il gioco.

Politano: 6.5 Cerca di portare palla e far salire la squadra nel primo tempo. Sbuca nella retrovia bergamasca e firma il momentaneo 0-2, nella ripresa il Napoli è on difficoltà e viene rimpiazzato da Elmas.

Elmas 6.5: Uno dei cambi effettuati da Spalletti. Entra inizialmente sulla posizione destra, non una delle sue predilette, ma fa vedere buone cose. All’uscita di Insigne, torna a sinistra e sfrutta il suggerimento che regala il gol vittoria al Napoli.

Lozano 6.5: Entra bene dalla panchina, raccoglie un passaggio millimetrico di Koulibaly e manda Elmas davanti a Musso che deve soltanto depositare il pallone in fondo al sacco.

Fabian Ruiz: s.v

Malcuit: s.v

Spalletti 7: Il suo approccio alla gara è positivo sin dalla conferenza stampa, il lavoro viene poi perfezionato sul campo. Una partita di cuore e sofferenza, Napoli bravo a sfruttare le ripartenze. Preziose anche le sostituzioni che hanno permesso al Napoli di chiudere la gara.

Translate »
error: Content is protected !!