Giosè Monno, noto giornalista di TuttoBari:”Prima volta a Napoli, che bella città, una bellissima sensazione. Spero che il Napoli vinca lo scudetto”

Giosè Monno, noto giornalista di Tuttobari, ieri a Napoli per una visita di piacere. Estasiato dalle meraviglie della città, sui propri canali social ha scritto un bel post dove ringrazia Napoli città e spera che lo scudetto arrivi qui perché ad oggi è la squadra più forte. Ecco le sue parole:”

Prima di ieri non avevo mai visitato #Napoli. Nelle volte precedenti l’ho sempre incrociata in modo veloce, toccata e fuga, perdendomi l’atmosfera che la città ai piedi del Vesuvio trasmette ai propri visitatori. Una città che ti lascia qualcosa dentro, che ti accompagna con la sue gente in un viaggio unico tra le meraviglie di un luogo spesso descritto con accezioni negative, che nasconde tanta umanità e al contempo vive in continua sofferenza. Una terra che ha sofferto tanto, ma che continua a lottare per un futuro migliore.
Sembra un segno del destino quando, appena messo piede nella città di Totò, ho incontrato un altro grande gigante del cinema italiano, Vincenzo Salemme, come volesse darmi il benvenuto nella sua Napoli. Persona disponibilissima e allegra, così come lo vediamo al cinema.
Il mio impatto con Napoli è stato subito positivo. Un mix di profumi e sapori, ma anche piena di emozione nel trovarmi in un posto ricco di storia, di grandi artisti, di bel cinema (quello che non racconta le gesta della camorra) ma soprattutto di pallone. Perchè, diciamolo: come vivono il calcio a Napoli non l’ho mai visto da nessuna parte. Pane, pallone e Diego Armando Maradona. Probabilmente, come dice Antonio Cassano, senza Maradona la città partenopea non avrebbe vissuto le stagioni dei due scudetti, ma la passione nei confronti della squadra è impagabile a prescindere, quasi fosse aria per i polmoni. Il culto nei confronti di Maradona è impressionante.
Certo, per molti magari è mercemonia, ma per la gente comune è amore allo stato puro o, senza esagerare, vera e propria adorazione. Lo tocchi con mano e ti coinvolge con naturalezza. Quasi fosse un luogo di venerazione quell’angoletto presente tra le viuzze dei quartieri spagnoli. Tra le bandiere azzurre in ogni dove, le scritte gogliardiche contro la Juve, gli artisti di strada per tutti i palati, le effige di Maradona in tutte le salse che rendono il luogo al pari di un santuario religioso. Sensazione che ho vissuto solo quando mi sono recato in pellegrinaggio a San Giovanni Rotondo e a Medjugorje. A Napoli sappiatelo; la stragrande maggioranza della gente, dai bambini agli anziani, esce di casa con indosso la maglia del Napoli. Credetemi: un senso di appartenza fuori dagli schemi, esagerato per chi non vive il calcio come un napoletano, ma dannatamente straordinario per chi ha la fortuna di raccontarlo.
Mai visto nulla di simile in vita mia, soprattutto nei confronti di una squadra di calcio.

Non tutto è bello ciò che luccica però. La città, accarezzata dai monumenti storici di rara bellezza, è trascurata dal punto di vista della pulizia ed è davvero un enorme peccato. Troppe le moto che sfrecciano da una parte all’altra delle strade principali, soprattutto nel centro storico dove, mentre sei intento a gustarti una granita o un trancio di pizza, rischi di ritrovarti investito. Senza dimenticare l’incomprensibile pedaggio di un euro per entrare e uscire dalla città. Visti i tempi che corrono la la politica dovrebbe ridurre certe spese nei confronti dei cittadini.

Per il resto, ho trascorso davvero una bellissima giornata in una delle più belle città d’Italia. In fondo, il barese e il napoletano, oltre i De Laurentiis hanno tante cose in comune. Sono caratteriamente molto simili, in pregi e difetti.
Per questo, non me ne vogliano gli altri supporter di serie A, spero proprio che lo scudetto finisca nella città di Maradona.

Spero di ritornarci al più presto per starci più tempo. Magari allo stadio Diegp Armando Maradona in occasione del derby del sud Napoli Bari.
Corro troppo? Spero proprio di no”.

Translate »
error: Content is protected !!