Giustiniani (Dazn) a PN:”Fabiàn sboccerà, la sua idea di calcio è intrigante! Sulla Champions…”

Gabriele Giustiniani, telecronista Dazn, ha rilasciato un’intervista in esclusiva ai microfoni di Pianetanapoli.it commentando le ultime uscite degli azzurri e analizzando la bagarre per un piazzamento in Champions League

1) Il Napoli si appresta ad affrontare un mese particolarmente complesso, con tre sfide contro Juventus, Inter e Lazio. Gli azzurri come arrivano a queste gare così delicate?

“Secondo me molto bene. Il Napoli ha portato a casa tre vittorie tutt’altro che banali che hanno rilanciato decisamente classifica e morale. Battere Milan e Roma non è affatto facile e i partenopei lo hanno fatto con pieno merito.”

2) Con il rientro dagli infortuni di varie pedine, il Napoli sembra aver trovato nuovamente equilibrio e idee di gioco. Quanto sono pesate le assenze di tanti calciatori nei mesi precedenti?

“Tantissimo. È una delle attenuanti che inevitabilmente devono essere concesse a Gattuso. È bastato rivedere qualche traccia di Mertens e la ruota si vede che già gira diversamente. Per non parlare di Osimhen che aveva cominciato alla grande, poi è successo quello che è successo però può davvero essere l’arma in più per un finale di stagione molto interessante.”

3) Quali sono stati a tuo avviso i demeriti più notevoli da parte del Napoli e della gestione Gattuso, che hanno poi portato a ben otto sconfitte in campionato?

“Come dicevo, sicuramente le assenze hanno condizionato. Poi ci si mettono anche giocatori che dovevano fare di più e dimostrare di essere in grado di sopperire, e non lo hanno fatto. Anche Gattuso ha sicuramente delle responsabilità e non lo ha nascosto. In più quando è stato necessario ha fatto scudo. Credo che riportando totalmente al centro del progetto dei giocatori (come ad esempio Zielinski) possa essere la chiave per lottare fino in fondo.”

4) Nelle ultime settimane Fabiàn Ruiz ha sfoggiato nuovamente prestazioni convincenti e in linea con le sue qualità. Credi che lo spagnolo possa ancora dare tanto al Napoli?

“Fabian è l’altro che aveva bisogno di essere rivitalizzato. Personalmente ho un debole per questo ragazzo che avevo avuto modo di seguire dai tempi del Betis. Bisogna riconoscere che ha subìto uno stop nel processo di crescita però credo davvero che se messo nelle condizioni giuste possa far la differenza. La sua idea di calcio è sempre intrigante, seppur magari non sempre realizzabile. Ma piano piano sboccerà, almeno me lo auguro perché a me piace tantissimo.”

5) Bagarre per un piazzamento in Champions League: chi la spunterà?

“La bagarre Champions è durissima. Se devo puntare, per lo storico punterei sull’Atalanta che ora non avendo le coppe può ricominciare a carburare come piace a Gasperini. Occhio anche alla Juve che se non dovesse entrare in Champions (solo in quel caso) il discorso Pirlo potrebbe prendere una piega diversa. Però di quelle che inseguono, per continuità e storia vedo davanti l’Atalanta. La Roma è ancora un filo altalenante e poi ovviamente non si può non metter dentro il Napoli che, (immagino) scaramanzia a parte, sta viaggiando ai suoi livelli di competenza.”

Translate »