Il dilemma sulla fascia destra

Meno di un mese dalla ripresa del campionato di Serie A ma soprattutto dalla riapertura del calciomercato.

Spalletti in conferenza è stato chiaro e non prevede operazioni a meno di richieste di alcuni giocatori (Demme) di andare a giocare per la seconda fase della stagione avendo avuto poco spazio nell’attuale. E’ chiara, però, l’esigenza nella rosa azzurra di trovare un giocatore in difesa che possa aiutare sia come vice di Lorenzo che anche nella zona centrale. Zanoli finora non ha avuto tantissimo spazio, come fu anche lo scorso anno, per poi trovarsi a fine stagione catapultato in campo con prestazioni a volte ottime, come a Bergamo, e altre meno come con Fiorentina e Empoli. Sarebbe giusto dare più fiducia a questo ragazzo con qualche gara in più ma è chiaro che Di Lorenzo al momento sembra davvero insostituibile.

Nello scacchiere di Spalletti, visto anche il protrarsi della degenza di Rrhamani e gli acciacchi di Kim e Juan Jesus, avere un giocatore in rosa duttile e capace di fare sia il terzino che il centrale lato destro non sarebbe da disdegnare. Ostigard ha dimostrato di avere delle buone capacità e potrebbe essere adattato, ma di certo numericamente sarebbe utile un elemento in più specie se lo spazio in rosa di aprisse con la cessione di Demme. Lo stesso Di Lorenzo sappiamo come abbia le capacità di fare entrambi i ruoli e sarebbe utile che Giuntoli potesse pescare un calciatore dello stesso tipo. A sinistra la staffetta Mario Rui-Olivera ha portato notevoli vantaggi nelle prestazioni dei due terzini. Di Lorenzo probabile che avrà difficoltà a giocarle tutte di file a livelli altissimi e riuscire a trovarne un alter ego potrebbe solo far comodo a lui e al Napoli.

Le soluzioni che il Napoli ha già in casa con Zanoli o provando ad adattare Ostigard sarebbero sufficienti ma vedendo come le altre si stanno muovendo e come saranno duri gli impegni nei prossimi cinque mesi, specie se il Napoli sarà capace di far strada nelle coppe, si esige la ricerca di un’alternativa nella zona difensiva che lasci immutato il valore del reparto. Anticipare l’arrivo di un giocatore previsto per Giugno a Gennaio potrebbe diventare un’arma in più per gli azzurri per tenere a distanza le avversarie. Le voci più recenti parlano di Bereszynski, difensore trentenne polacco della Sampdoria, molto duttile che predilige la fascia destra ma ha avuto anche apparizioni come centrale o sulla fascia mancina come al Mondiale in Qatar disputato insieme all’altro azzurro Zielinski. Un suo arrivo vedrebbe Zanoli fare il percorso inverso in prestito ai blucerchiati dove potrebbe trovare maggiore continuità. Il Napoli si regalerebbe una pedina di esperienza per questa seconda parte di stagione.

Ad ogni modo siamo certi che Giuntoli stia lavorando sottotraccia, come suo solito, per tirare fuori dal cilindro l’uomo giusto che faccia al caso di Spalletti senza rompere gli equilibri dello spogliatoio.

Translate »
error: Content is protected !!