Inter-Napoli 30/04/17 (0-1)

Non c’è un campo più maledetto per il ” nostro ” Napoli, il San Siro in versione nerazzurra. Le statistiche parlano chiaro : 49 sconfitte, 17 pareggi e sole 9 vittorie. Per non parlare poi, degli eventi negativi che hanno spesso caratterizzato le trasferte in casa dell’ Inter. Autogol a sfavore, rigori negati, pali, punizioni decisive fatte ripetere per quattro volte ( finché la palla non entrò in rete ), gol presi nei minuti finale ( perfino una rete nella nebbia di Giacinto Facchetti al 90° ). Neanche Diego, in sette confronti è mai riuscito ad uscire vincitore dalla ” Scala ” del calcio. Basti pensare del resto, all’ ultimo match dello scorso anno, perso, per una serie incredibile di circostanze sfortunate per 1-0, perfetta fotografia dell’ alone avverso che da sempre, accompagna il Napoli quando affronta l’ Inter a domicilio. L’ ultima vittoria che qui vogliamo ricordare, è di quasi cinque anni fa, avvenuta il 30 aprile 2017, targata Maurizio Sarri, con Stefano Pioli che al tempo, sedeva sulla sponda opposta di Milano. La Juve era ormai lontana ma, c’era ancora la possibilità di agguantare il secondo posto che dava l’ accesso diretto alla Champions, senza passare per l’ incognita del play -off. Nel pomeriggio, la Roma di Luciano Spalletti, lontana quattro punti, aveva perso nettamente il derby con la Lazio per 3 -1. Quindi, un successo avrebbe consentito agli azzurri di accorciare ad una sola lunghezza il distacco nei confronti dei giallorossi. L’ Inter invece, era ben lontana dal vertice della classifica, tanto da, non qualificarsi neppure alla fine per l’ Europa league. Il primo tempo fu un assoluto monologo del Napoli, con varie occasioni mancate per un nonnulla, con Hamsik ( 2 ) , Insigne e Mertens che, colpì anche un palo. Finalmente, al minuto 43 arriva il tanto sospirato 0 -1 ; su un cross apparentemente senza pretese di Insigne, Nagatomo commette un incredibile svarione che, favorisce il tocco vincente di Josè Callejòn. Nella ripresa sono ancora gli azzurri a condurre le danze, sfiorando per ben tre volte il raddoppio sempre con Lorenzo Insigne. Eppure, anche quella volta, in una gara stradominata, per poco non si rischiò la beffa nel finale con Perisic il quale, mancò una ghiotta possibilità a pochi passi da Reina. Fortunatamente però, il punteggio non cambiò più : Inter 0 – Napoli 1. Per Domenica sera, ci auguriamo di tutto cuore, che Saplletti ed i suoi prodi centrino il successo numero 10, sfidando e battendo la tradizione. Vai Napoli !!!

EMANUELE OROFINO

 

Translate »
error: Content is protected !!