JJ ci fidiamo di te!

Perso ancora un’opportunità o meglio una parziale occasione per prendere il largo in classifica, evidentemente per demeriti di squadra ma anche e soprattutto per la direzione di gara opinabile e molto scarsa.
Napoli-Hellas Verona si è conclusa 1-1, in gol Simeone e Di Lorenzo.
In ombra un pó tutto l’attacco azzurro, di cui francamente Spalletti poteva risparmiare almeno uno dei tre calciatori tornati dall’infortunio (Fabian, Insigne o Osimhen). Match giocato a tratti anche bene dai veronesi che girano velocemente la sfera, favorendo scambi nello stretto. Simeone dopo il primo gol però, concesso da una disattenzione di Rrahmani in marcatura, è scomparso dai radar, il motivo? Il protagonista odierno, Juan Jesus, chiamato anche JJ.
Al difensore brasiliano possiamo attribuirgli i seguenti aggettivi:
Sontuoso: sistematicamente sui duelli fisici e aerei, sovrasta Simeone prima e Lasagna poi, impedendo qualsiasi tipo di movimento pericoloso per Ospina.

Attento: in quanto sul primo gol lui non c’entra assolutamente nulla, anzi, è grazie a lui che il Napoli ha evitato il raddoppio, mettendosi più volte tra pallone e porta.

Monumentale: arrivato il pareggio, è lui stesso che si lancia su Barak, difendendo la sua porta come un guerriero.

Continuo: non perde mai la lucidità, la sua prestazione è perennemente in crescendo.

Non potendo esultare per una vittoria, con conseguenti tre punti, meglio consolarci con questa piacevole scoperta, facendo ben sperare nel periodo di assenza di Kalidou Koulibaly.

Francesco Reale

Mi chiamo Francesco Reale, sono nato a Napoli ed ho 24 anni. Mi sono diplomato all’I.S.S Giancarlo Siani di Napoli ed attualmente sono laureato alla triennale, presso la Federico II di Napoli, alla facoltà di lingue, culture e letterature moderne europee.

Translate »
error: Content is protected !!