Lorenzo più grinta!

Il Napoli di Luciano Spalletti fa 8 su 8 e si riprende il primato in classifica in solitaria.
Battere il Torino era quasi scontato ma sul campo lo è stato tutt’altro.
Basta il lampo del solito Victor Osimhen per portarsi a casa la vittoria ed i 3 punti.
Chi non ha brillato particolarmente, anzi, quasi rischiava di far pareggiare il match, è stato il capitano della compagine partenopea, ossia Lorenzo Insigne.
L’esterno della nazionale è parso troppo tranquillo sul rettangolo di gioco, quasi come aver esaurito le batterie fisiche e nervose. Lanci quasi sempre sbagliati ed un rigore, l’ennesimo, che ha appoggiato letteralmente in braccio a Milinkovic-Savic.
Gli aggettivi che possiamo attribuirgli sono, nostro malgrado, negativi:

Svogliato: sbaglia molti passaggi, i suoi soliti lanci da manuale sono un ricordo lontano quest’oggi, la voglia di vincere è tutta di Victor.

Distratto: applaude i compagni ma entra poco nel gioco, l’emblema è il rigore sbagliato sullo 0-0.

Nervoso: questo nervosismo si trasmette anche nei piedi. Quando perde palla, rientra come un forsennato per recuperare il pallone ma la maggior parte delle volte a vuoto.

Dispiaciuto: viene sostituito da Elmas al 72′, esce a testa bassa, consapevole di non aver dato il 100 per 100.

Ora però un vero capitano non tira i temi in barca, anzi li mette in acqua e noi sappiamo che lo sei, Lorenzo. Prossima tappa Europa League ed in particolare il Legia Varsavia.

Francesco Reale

Mi chiamo Francesco Reale, sono nato a Napoli ed ho 24 anni. Mi sono diplomato all’I.S.S Giancarlo Siani di Napoli ed attualmente sono laureato alla triennale, presso la Federico II di Napoli, alla facoltà di lingue, culture e letterature moderne europee.

Translate »
error: Content is protected !!