Ruggito napoletano a San Siro

Non è un big match scudetto ma questa sfida ha il suo fascino, come d’altronde una storia molto profonda e sentita. C’è da riprendere l’Inter che in questo momento vola a campione di inverno.
Si sta parlando di Milan-Napoli, posticipo di Serie A, a San Siro, la scala del calcio, alle 20:45.
Luciano Spalletti schiera in campo il consueto 4-2-3-1, Malcuit e Di Lorenzo sulle fasce basse, Anguissa e Demme a centrocampo, Lozano, Zielinski ed Elmas dietro a Petagna. Risponde Pioli con uno speculare 4-2-3-1, Florenzi e Ballo Toure sulle fasce, Tonali e Kessie a centrocampo, Ibrahimovic in attacco.

PRIMO TEMPO
Subito vantaggio azzurro al 4′ minuto, corner di capitan Zielinski e stacco di testa imperioso di Elmas che insacca. I rossoneri sono tutt’altro che rassegnati ed attaccano molto alti i centrocampisti partenopei, costringendoli all’errore.
Molti tatticismi e poche occasioni, duelli fisici in mezzo al campo dettano i ritmi.
Florenzi fa tremare Ospina con un tiro a volo di sinistro di poco fuori.
Finisce al 45′ la prima frazione di gara.

SECONDO TEMPO
Nei secondi 45 minuti il Milan sembra voler mettere la marcia giusta, Ibra scaraventa un missile sul primo palo, Ospina disinnesca prontamente.
Ancora Messias colpisce la traversa superiore con un bel tiro a giro.
Annulato il pareggio milanista, Giroud è considerato dal VAR in fuorigioco attivo.

Finisce al 94′ la partita.

TABELLINO DELLA GARA:

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Malcuit, Rrahmani, Juan Jesus, Di Lorenzo; Anguissa, Demme (Lobotka); Lozano (Politano), Zielinski (Ounas), Elmas (Ghoulam); Petagna (Mertens). All.: Spalletti.

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Florenzi (Kalulu), Tomori, Romagnoli, Ballo-Touré; Tonali (Bennacer), Kessie; Messias (Castillejo), Diaz (Giroud), Krunic (Saelemaekers A.); Ibrahimovic. All.: Pioli.

Arbitro: Massa
Assistenti: Meli e Bindoni
VAR: Di Paolo

Ammoniti: Di Lorenzo, Malcuit
Espulsi:
Marcatori: Elmas (4′),
Recupero: 0 min p.t, 4 min s.t

Translate »
error: Content is protected !!