Spalletti a sky: “Giusta mentalità, non dobbiamo tornare indietro”

Luciano Spalletti, allenatore del Napoli, ha parlato ai microfoni di Sky:

Potrebbe essere la consacrazione del suo Napoli, almeno per quel che riguarda la Champions League?

“Si può dire tutto, è chiaro che per diventare una squadra importante e dei calciatori importanti bisogna andare a conquistare vittorie importanti in stadi bellissimi ed entusiasmanti come quello in cui siamo”.

Dopo la vittoria con il Torino che squadra ha ritrovato?

“Ormai siamo a un livello in cui non bisogna tornare indietro. Abbiamo intrapreso un modo di stare in campo meno tradizionale del nostro calcio e i calciatori sono intenzionati ad andare a misurarsi contro qualsiasi avversario. Si vede responsabilità in ogni allenamento, ogni volta che scendiamo in campo lo facciamo con il giusto atteggiamento”.

Pensa che sia necessario un minimo di turnover?

“In questo momento porto avanti questa idea, domani può essere che giochino due-tre titolari al posto di altri titolari”.

Che Ajax si aspetta di affrontare domani?

“L’Ajax sta bene in campo e gioca un calcio europeo. Ha gente tosta che sa come interpretare le partite e come comportarsi in diverse situazioni. Noi dovremo avere il cervello sempre acceso in tutti i novanta minuti, perché se non lo facciamo potremmo vivere momenti difficili”.

Raspadori e Simeone sono sempre 50-50? Un ballottaggio alla pari per una maglia da titolare?

“Ci sono dei giocatori che stanno facendo molto bene, però non si può pensare che possano giocare tutte le partite dall’inizio alla fine. Per cui le valutazioni si fanno in maniera obiettiva e corretta. Raspadori e Simeone domani giocheranno entrambi una parte del match”.

Translate »
error: Content is protected !!