Un “Crack” dal Sud America

Un “crack” dal Sud America 

La sua è una storia in pieno stile sudamericano: ragazzo di provincia, strada, campetti e un amore sconfinato per il calcio.

Stiamo parlando di Enzo Barrenechea, un predestinato come dicono dalle sue parti per le proprie origini, geografiche e calcistiche: nato nella provincia di Cordoba, la stessa di Paulo Dybala, è cresciuto da campione nell’Under 19 del Newell’s Old Boys, dove tutto è cominciato anche per Lionel Messi.

Il classe 2001 dopo l’esperienza in patria arriva in Europa precisamente in Svizzera, iniziando a giocare nel Sion, indovinate con chi? con l’ex azzurro Valon Behrami.

Barrenechea nonostante la giovane età ed un’ingenua inesperienza mostra subito una dote nei passaggi eccelsa, per non parlare di una tecnica notevole.. d’altronde la classe è innata, non si acquista. Di ruolo mediano, dotato anche di una grande fisicità  spicca per grandi doti di inserimento e verticalizzazione che gli permettono di essere schierato anche come mezz’ala pura.

Enzo è molto considerato in patria, facendo parte della selezione Under 20 argentina che ha partecipato al Torneo COTIF a L´Alcudia ma, con la maglia del Sion, ha solo avuto l’opportunità di giocare 7 partite in Promotion League con la formazione Under 21.

Uno scarso impiego dovuto al classico periodo di adattamento e anche al periodo di 5 mesi di inattività da cui veniva in ragazzo (i campionati argentini erano terminati da tempo).

Nel gennaio 2020 viene acquistato dalla Juventus, passando prima per la primavera e poi per la Juventus next-gen. A notarlo è stato il neo-DS azzurro Giovanni Manna, che con l’arrivo di Antonio Conte in panchina potrebbe far arrivare l’argentino nel golfo di Napoli. Il 22 maggio 2021, il centrocampista subisce un brutto infortunio, forse il peggiore di tutti: lesione del legamento crociato anteriore del ginocchio destro, che lo tiene lontano dai campi di gioco per diversi mesi. Un anno dopo circa, il 2 aprile 2022 Barrenechea segna la sua prima rete tra i professionisti, nella partita di Serie C pareggiata per 1-1 contro la Virtus Verona.

Il 2 novembre dello stesso anno, debutta con la prima squadra della Juventus, subentrando a Juan Cuadrado all’88° minuto dell’incontro della fase a gironi di  Champions League contro il PSG. Continuando ad allenarsi però, ecco che arriva una giusta ricompensa, di fatto a febbraio 2023, invece, fa il suo esordio in Serie A, disputando da titolare il derby casalingo contro il Torino, vinto per 4-2.

Gli occhi sul talentino argentino non mancano, soprattutto a chi di giocatori ne osserva in quantità industriale, tant’è che grazie al DS del Frosinone neo-promosso Angelozzi viene prelevato in prestito.

Esordisce subito proprio contro il Napoli e a dicembre, nel nefasto 0-4 in coppa Italia al Maradona, apre le marcature e per un argentino come lui, segnare in quello stadio avrà fatto un certo effetto.
Conclude la stagione con 37 presenze tra campionato e coppa Italia con un Frosinone retrocesso in B.

In attesa di capire come si schiererà il Napoli di Antonio Conte, Barrenechea potrebbe essere il profilo ideale per il centrocampo, ma vediamo perchè.

Barrenechea è principalmente un interno di centrocampo, forte fisicamente ed in possesso di una buona tecnica di base, in grado di farsi apprezzare sia in fase di copertura che in quella d’impostazione.

Inoltre, sa dare intensità e verticalità al gioco, riuscendo ad illuminare il gioco con lunghi passaggi filtranti. Bravo nel gioco aereo, dove sfrutta tutta la sua altezza, sa rendersi pericoloso negli inserimenti offensivi sui calci piazzati.

Ha buone capacità balistiche, intelligenza tattica, visione di gioco e ottimi tempi d’inserimento offensivi. Elegante nelle movenze, ha una buona progressione palla che lo rende difficile da arginare a campo aperto.
Forte e deciso nei contrasti, ha uno stile di gioco che ricorda molto da vicino quello di Rodrigo Bentancur. E’ combattivo, ha grinta e determinazione, qualità comuni a quasi tutti i più importanti talenti argentini.

Tatticamente versatile, può ricoprire tutte le posizioni di una linea mediana a 3, ma da mezzala sembra dare il meglio di sé.

Enzo Barrenechea
Translate »
error: Content is protected !!