VITTORIA DI PREPOTENZA DELLA PRIMAVERA; SCONFITTA DI MISURA PER GLI ALLIEVI

VITTORIA DI PREPOTENZA DELLA PRIMAVERA; SCONFITTA DI MISURA PER GLI ALLIEVI src=

NAPOLI    3

GENOA    1

NAPOLI: Sepe, Diana, Bruno, Simonetti, Monda, Petrarca, Maiello, Esposito M., Ciano (37’st Spilabotte), Giannone (30’st Criscuolo), Insigne (41’st Ammendola). A disposizione: Di Stasio, Morra, Bernardo, Varriale. All.: Apuzzo. 

GENOA: Raggio Garibaldi, Grea (1’st Lazarevic), D' Alessandro, Amico, Costantini (25’st Parodi), Ben Djemia, Ferraro, Cofie, Scotto, Polli, Boakye. A disposizione: Lamantia, Polenta, Rudi, Ymeri, Romero.All.: Chiappino.

ARBITRO: Cervellera di Taranto 

RETI: 7’pt Scotto (G), 32’pt Monda (N), 2’st Insigne (N), 5’st Ciano (N).

NOTE: Ammoniti: Simonetti (N), Amico (G), Costantini (G), Ferraro (G), Cofie (G). Tifosi presenti a Palma Campania circa 1000. E' presente anche il direttore generale Pierpaolo Marino

Ottima prestazione della Primavera azzurra che supera il Genoa nell’andata del turno di qualificazione alla final eight, disputata a Palma Campania davanti a un folto pubblico. Il Napoli scende in campo intimorito, dopo soli sette minuti Scotto porta gli ospiti in vantaggio in seguito ad un'uscita errata di Sepe. Dopo il gol subito, gli azzurri cambiano atteggiamento e iniziano a dominare nettamente sul Genoa, trovando il pareggio con Monda, sugli sviluppi di un calcio d’angolo di Insigne.Nella ripresa gli azzurri continuano ad attaccare, sfruttando soprattutto le indecisioni difensive degli avversari rossoblù. Al 2’ il Napoli passa in vantaggio con Insigne su suggerimento di Giannone e dopo soli tre minuti arriva il tris ad opera di Ciano su punizione da 25 metri, gol che chiude definitivamente la partita. Dopo tre minuti di recupero termina la gara con gli azzurrini che trionfano, dopo una prestazione straordinaria, per 3-1 in quest'andata dei play-off scudetto. Ad assistere alla delicata sfida era presente il dg Pierpaolo Marino, che, a fine partita, ha elogiato l’operato degli azzurri, con i complimenti di aver ribaltato una situazione difficile e di aver dimostrato una giusta mentalità e un forte carattere ma soprattutto tanta voglia di vincere.Sabato prossimo si sarà la gara di ritorno in Liguria e il Napoli dovrà dimostrare lo stesso impegno profuso fin’ora, nonostante il risultato importante conquistato nella gara di andata.

 ALLIEVI

CATANIA   2 

NAPOLI      1

CATANIA: Alonso, Adamo, Rapisarda (37’st Pandolfo), Gentile (31’st Randazzo), Trovato, Fuma, Parachì (18’st Anastasi), Comegna, Guerriera, Grasso (6’st Barberi), Aliotta (6’st Scuto).All. Raciti

NAPOLI: Sestile, Piccirillo, Guerra, Rapicano, Mazzarella, Izzo, Parrella (24’st Signorelli), Colella (24’pt Gatto), De Vena, Iuliano, Donnarumma (15’st Simonetti).All. Faustino

 ARBITRO: Olivi di Catania

RETI: 28’pt Parachì, 16’st Barberi, 27’st Iuliano 

NOTE: Ammoniti Rapicano, Gentile, Trovato. Spettatori 350 circa

Gli allievi di Faustino perdono di misura e limitano i danni nella trasferta di Catania nell’andata dei sedicesimi di finale. La gara contro gli etnei non è stata certo tra le più belle, caratterizzata più dalla tensione che dal bel gioco. Nei primi venti minuti non vi è alcun sussulto da parte delle due squadre, poi al 28’il Catania passa in vantaggio con Parachì, che si inserisce nella difesa azzurra un po’ troppo distratta e mette alle spalle di Sestile.Dopo il gol, il Napoli cerca una reazione e ci prova con Donnarumma che però viene steso da dietro da Gentile, ammonito dal direttore di gara.Nella ripresa il tema tattico della gara non cambia, con il Napoli in avanti e il Catania chiuso nei suoi sedici metri. Al quarto d’ora arriva il raddoppio etneo ad opera di Barberi in contropiede.Gli Allievi accusano il colpo. A ridurre le distanze ci pensa Iuliano con una punizione a limite dell’area. Ora Faustino dovrà lavorare bene per mettere a posto la sua squadra per la gara di ritorno prevista per domenica prossima qui a Napoli. 

 

    

Translate »
error: Content is protected !!