Ancelotti: “Questo ambiente ti stimola al massimo, questo gruppo punta sulla collettività”

L’allenatore del Napoli, Carlo Ancelotti, ha parlato in conferenza stampa a Castel Volturno. Ecco quanto riportato da Pianetanapoli:

Il cammino in Champions e il rapporto con il gruppo. “Abbiamo fatto bene, ma possiamo fare meglio, ci proveremo. L’insidia è sempre dietro l’angolo, andremo in uno stadio difficile contro una squadra che vuole riscattarsi dopo il brutto periodo. Sono contento per quello che sta facendo la squadra, la sfida contro il PSG ci ha dato grandi motivazioni, è stata una partita stancante, sarà difficile trovare le stesse motivazioni domani”

Può essere la serata di Milik? “Spero che sia la serata del Napoli domani e non solo di Milik. Dovrò considerare soprattutto la condizione fisica”

Regalo dal Milan? “Non mi aspetto nessun regalo, sarà una grande partita come lo è sempre stata, noi penseremo solo al Napoli.”

Su cosa siete migliorati? “Siamo migliorati nell’approccio, bisogna essere più continui, anche nella precisione e nella gestione della partita. Bisogna migliorare ancora in alcune situazione, come abbiamo fatto contro il PSG”

Su Mertens. “Ognuno ha il suo carattere, comprendo che tutti vogliano giocare, preferisco I giocatori che vogliono giocare”

Calendario in discesa? “Le partite possono essere facili e difficili, dipende tutto dal nostro atteggiamento più che dall’avversario”

Le due gare contro il PSG. “Siamo stati superiori in alcuni momenti, come hanno fatto anche loro. Se guardiamo la realtà sono giusti I due pareggi”

Potrebbero passare tutte le italiane in Champions? “Sarebbe bello per il calcio italiano, non succede da tanti anni, abbiamo noi tutto il peso sulle spalle ora”

Su Insigne. “Sta facendo benissimo, lo ha sempre fatto indipendemtente dal suo ruolo. Quello che sorprende è la sua continuità”

Si può giocare in campionato come in Champions? “L’atteggiamento in fase difensiva non cambia mai, a volte spingiamo più con i terzini, dipende anche dalla disposizione degli avversari”

Juve in fuga? “Adesso sono in fuga grazie alla sua continuità, tocca a noi fare il massimo per riavvicinarsi”

Gli insulti allo Stadium. “Ognuno ha una responsabilità sul campo, essere insultati per 90 minuti non è bellissimo, quello che ha fatto Mourinho ci può stare, è una pecca dei tifosi italiani. Bello come ci siamo comportati con i parigini e lo faremo anche con il Genoa”

Su Barella e Piatek “Tutti giocatori che stanno facendo bene e possono ambire a grandi squadre, per il polacco che è al primo anno in Italia è fantastico e dovremmo tenerlo sott’occhio”

Sul gruppo. “Questa è una squadra che e da tempo a grande livello, è un gruppo che punta alla collettività e questo mi soddisfa molto”

La Champions toglie punti al campionato? “È vero, toglie energie fisiche e mentali. Non è facile evitare gli imprevisti nelle partite a seguire, ma è un rischio che si deve correre per l’importanza della Champions”

Domani almeno 2 cambi a reparto?“Sei sono troppi, ci saranno meno cambi”

Che atteggiamento si aspetta? “Siamo migliorati sotto questo punto di vista, dovremmo cercare di evitare cali di concentrazione”

Vincere qui potrebbe essere il suo più grande successo? “Io penso giorno per giorno, mi piace questo periodo e sono positivo. Qui è più facile vincere solo se tutti riescono a esprimere tutte le proprie capacità”

Translate »
error: Content is protected !!