Ci vorrebbe un leader. Sergio porque no?

 

Il Napoli di Spalletti ancora deve iniziare la sua avventura e il calciomercato impazza sempre di più con tantissimi nomi di calciatori associati agli azzurri. Si parla delle necessità della squadra che ha sicuramente bisogno di rinforzarsi in tutti reparti, ma i nuovi acquisti dovrebbero portare non solo qualità tecniche e tattiche, ma anche qualità carismatiche e di leadership che mancano a questo Napoli. La rosa azzurra è formata da tanti buoni calciatori, ma che se vogliamo non hanno vinto nulla e non hanno grandi doti psicologiche, insomma agli azzurri manca un uomo dalle qualità mentali elevate, come lo erano Reina o Raul Albiol, calciatori dalla grandissima esperienza internazionale e che hanno vinto tanto in tutta Europa. In questi giorni Sergio Ramos, dopo ben sedici anni, ha deciso di lasciare il Real Madrid, proprio lui potrebbe essere il grande leader del nuovo Napoli di Spalletti, uomo che potrebbe alzare la voce nello spogliatoio, capace di far rendere meglio tutti i compagni. Logicamente la nostra è soltanto una provocazione, ben conosciamo le direttive dirigenziali partenopee, mai e poi mai De Laurentiis pagherebbe un ingaggio super ad un calciatore “anziano”, il presidente azzurro ha dato un input al mercato azzurro: prima di comprare bisogna vendere. Insomma va bene concentrarsi sull’aspetto tecnico e tattico quando si compra un calciatore, ma sarebbe anche opportuno valutare l’acquisto di un calciatore dotato di grande ascendente, leader in campo e fuori.

 

Rosario Verde

Maturita’ classica. Attestato di Intelligence e Spionaggio Industriale conseguito presso L’Iscom, istituto superiore delle comunicazioni e delle tecnologie dell’informazione.Giornalista, curatore di rubriche e membro della redazione presso il giornale cittadino “Zapping” di Casandrino. Amante del Latino, si definisce un malato della maglia azzurra. Lettura e scrittura, tecnologie, sport, viaggi sono i suoi hobby nel tempo libero.

Translate »
error: Content is protected !!