CONTINI SI PRESENTA:” DARO’ L’ ANIMA PER QUESTA GENTE”

CONTINI SI PRESENTA:” DARO’ L’ ANIMA PER QUESTA GENTE” src=

Ormai ci siamo. Ancora una settimana e finalmente l’attesa avrà fine. Domenica prossima il Napoli di Aurelio De Laurentiis esordirà in massima serie. Il Patron romano è intenzionato a far bella figura per la “prima” della sua creatura. Dopo gli acquisti di Hamsik, Lavezzi e Gargano aveva promesso altri tre colpi per rendere competitiva al massimo la truppa affidata al “generale” Reja. In tanti, dopo la non brillante figura al torneo “Birra Moretti”, chiedevano un difensore. Detto, fatto. Ecco che arriva Matteo Contini dal Parma. Fisico da corazziere e buona tecnica, il ventisettenne centrale difensivo arriva all’ ombra del Vesuvio a titolo definitivo per le prossime cinque stagioni. PianetaNapoli ha avvicinato il neoacquisto azzurro per carpire le prime emozioni ed i motivi che lo hanno spinto a sposare il progetto Napoli.

Matteo, cosa ti ha portato in quel di Napoli ?

Naturalmente il fascino della piazza. Il Napoli è una delle squadre più amate d’ Italia. Avere la possibilità di mettersi alla prova in questa realtà rappresenta un’ occasione da non lasciarsi scappare”.

Puoi dirci se c’erano altre squadre sulle tue tracce?

“Si, avevo altre proposte da squadre di serie A ed alcune dall’ estero ma quando mi si è presentata l’occasione di venire qui non ci ho pensato due volte. Ho sentito il mio procuratore e gli ho chiesto di fare il possibile per trovare l’accordo con il Napoli” 

Ci spieghi il motivo dei cinque anni di contratto?

“ Quando ho parlato con Marino mi è stato proposto un contratto lungo. Si è parlato del progetto di creare una squadra giovane e competitiva capace di mantenersi in massima serie e, nei prossimi anni, di conquistare sempre più maggiore importanza. Per quanto mi riguarda speri di rimanere qui oltre i termini contrattuali”

Passiamo a qualche domanda tattica: Prediligi essere schierato in una difesa a tre o a quattro?

Diciamo che l’ optimum per le mie caratteristiche è una difesa a tre anche se nelle ultime stagioni non ho avuto problemi con uno schieramento difensivo a quattro”

Il Napoli cercava un difensore per la zona destra da affiancare a Domizzi e Cannavaro. Credi che affronterai difficoltà prediligendo il sinistro?

“Ci tengo a precisare che come ultimo arrivato non credo di poter vantare un posto da titolare. Spero di ritagliarmi spazio, ma come è giusto che sia nessuno può essere sicuro della maglia da titolare. Per quanto riguarda un mio possibile impiego a destra non avrei alcun problema. Quando ero ad Avellino, Zeman era solito schierarmi a destra ne terzetto difensivo”. Dove pensi possa arrivare questo Napoli? “ La prima meta che dobbiamo prefissarci è la salvezza. Il Napoli è una squadra di grande tradizione, ma è pur sempre una neo-promossa. Dobbiamo tutti dare il massimo per questo obbiettivo, poi, se dovessimo riuscire a raggiungerlo anzi tempo allora inizieremo a pensare ad altre mete”. In ultimo, cosa dici ai tuoi nuovi tifosi? “ Li saluto e prometto loro che farò il massimo per questa maglia. Poter dire di essere un giocatore del Napoli è motivo di immenso orgoglio. Sapere di un tifo tanto appassionato non e cosa da tutti e per questo darò l’ anima”.

Si precisa che l' intervista ci e' stata concessa subito dopo che il calciatore aveva raggiunto l' accordo con la Ssc Napoli e che solo per motivi di tempo viene pubblicata ora.

Translate »
error: Content is protected !!