D’IPPOLITO AL VELENO SUL NAPOLI

SAN BENEDETTO Sembra un paradosso ma una società gloriosa e importante come il Napoli teme moltissimo la Samb. La conferma dalle dichiarazioni rilasciate dai dirigenti partenopei che hanno accusato Damato di aver favorito i rossoblù e dal tam tam mediatico innestatosi anche a livello nazionale, e tendente a mettere in cattiva luce il club rossoblù. L’avv. Vincenzo D’Ippolito non ci sta.

«Non va bene -replica il consulente di mercato rossoblù- enfatizzare o ingigantire ciò che è accaduto domenica. Stanno alzando il tono della polemica per mascherare i limiti tecnici della squadra. Non è poi un comportamento da signori presentarsi con dei body guard stile marines, quando si sa che in certi stadi del sud spuntano anche pistole e coltelli. E’ stata un’offesa per S.Benedetto anche perchè la città e i tifosi sono sempre stati corretti».

Avvocato al gol di Capparella ci sono stati anche momenti di tensione.

« Capisco lo stato d’animo del Napoli ma mi è dispiaciuto molto il comportamento vergognoso dei suoi dirigenti. Sono rimasto profondamente deluso da un personaggio come De Laurentis che invece di stemperare gli animi ha rinfocolato la polemica».

Il presidente azzurro si è lamentato della direzione di gara.

«Ha detto che parlerà dopo i play off, ma deve sta re soltanto zitto. Anzi deve avere l’intelligenza per farlo. Non doveva affermare che Damato è stato un arbitro casalingo o che i direttori di gara non hanno mai aiutato il Napoli. Tutti i presidenti di serie C, a parte rarissime eccezioni, sanno di quali favori ha goduto il club partenopeo. Nell’ ottanta per cento delle partite si è assistito ad una sudditanza psicologica da parte della terna arbitrale. Non dimentichiamoci, poi, di ciò che ha combinato Gava nella gara di campionato al S.Paolo».

A Napoli si continua, poi, a reclamare sul gol non assegnato a Sosa.

«E allora noi cosa avremmo dovuto dire su quello di Femiano? Domenica sera mi sono rivisto la partita in tv ed ho rilevato che l’azione non è stata viziata da alcun fallo di mano. E’ la punta dello scarpino di Accursi spuntato sotto il braccio di Bogliacino a toccare il pallone. Parlano tanto ma il nostro gol era regolare. E’ inutile che si lamentino. Il risultato è anche di 1-1 sulle azioni dubbie».

La conferma che il Napoli teme la Samb.

«E’ vero. Con l’organico che ha il club partenopeo doveva vincere il campionato con novanta punti. Ed invece eccolo a soffrire ai play off. Parlano perchè a Napoli hanno paura di una squadra normale e di una società che non scende mai a compromessi. Noi siamo puliti e onesti e, ripeto, mi ha dato molto fastidio che De Laurentis si sia presentato con i body guard come se avesse paura di chissa che cosa. Sono cose gravissime che non devono capitare in uno spettacolo fatto per la gente».

Al S.Paolo si preannuncia un’atmosfera molto calda.

«Non temiano l’accoglienza che il club partenopeo potrebbe riservarci. Se lo faranno vorrà dire che hanno la coscienza sporca. Spero che siano intelligenti a non alimentare tensioni. Se creranno situazioni anomale vorrà dire che sono dei piccoli uomini. Spero che almeno domenica prossima ci si possa alzare in piedi dalla poltroncina della tribuna vip del S.Paolo per esultare. Nella gara di andata mia moglie e i miei figli non lo hanno potuto fare. Mentre questi signori vengono a S.Benedetto con le guardie del corpo. Mi auguro, comunque, che non si ripeta lo scandalo di due anni fa a Pescara, perchè S.Benedetto non lo merita».

D’Ippolito, la Samb ha dimostrato ancora una volta di essere una gran bella realtà

«Se andiamo ad analizzare i meriti conseguiti in campionato siamo noi che dobbiamo essere promossi in serie B. Purtroppo il calcio è fatto anche di altre cose».

Al di la di tutte le polemiche c’è grande fiducia per la gara di ritorno.

«Sicuramente anche perchè vincere 1-0 o pareggiare 1-1 è la stessa cosa. La Samb andrà a Napoli per vincere giocandosi il tutto per tutto in questi ultimi novanta minuti. Chiedo che i sambenedettesi ci seguano in massa anche al S.Paolo, Non penso che possano aver paura di settantamila napoletani e sono convinto che ci daranno un grandissimo aiuto».

Translate »
error: Content is protected !!