È stato sganciato un missile polacco

Nella gara dell’Arechi, o meglio nel derby campano, Salernitana-Napoli, molto combattuta e sentita da entrambe le parti, dove il punteggio è stato di 0-1, gli azzurri ritornano in vetta alla classifica di Serie A. Il protagonista odierno è stato il trequartista polacco, Piotr Zielinski, che ha risolto tutto ciò che si poteva risolvere davanti, in alcuna situazioni fa salire molto bene la squadra ed in altre ripiega sui centrocampisti avversari. Si riscalda subito nei primi dieci minuti con un buon tiro anche se fuori dallo specchio della porta. Certo è che la leadership è cosa sua, il resto dei suoi compagni ci mettono poco carattere, soprattutto nella prima frazione di gioco. Al 61′ concretizza il match point fondamentale che decide la partita in favore dei partenopei. Gli aggettivi che possiamo attribuirgli sono:

Concreto: pur non tirando molto in porta, quando c’è da trovare un faro su cui contare, lui si è sempre proposto.

Attento: rispetto alle scorse partite è molto più affidabile, non perde quasi mai il possesso di palla e ribalta il fronte quando c’è la possibilità.

Affamato: in attacco la squadra di Spalletti ha molto deficitato, senza Osimhen si vede poco la porta, ma menomale che Piotr c’è!

Positivo: non si perde mai d’animo, accetta volentieri la fascia da capitano lasciata in eredità da Koulibaly espulso.

Dunque una vittoria sofferta, ma pur sempre una vittoria, tre punti che si aggiungono ai famosi punti che ipoteticamente si potevano perdere in questi casi. Testa all’Hellas Verona, che domenica alle 18:00 farà di tutto per complicare un cammino fin qui al limite del perfetto.

 

Francesco Reale

Mi chiamo Francesco Reale, sono nato a Napoli ed ho 24 anni. Mi sono diplomato all’I.S.S Giancarlo Siani di Napoli ed attualmente sono laureato alla triennale, presso la Federico II di Napoli, alla facoltà di lingue, culture e letterature moderne europee.

Translate »
error: Content is protected !!