Gara e giocata da professore

Ennesimo assist, ennesima giocata che consente al Napoli di sbloccare il punteggio. Prima gara del 2023 per Mario Rui, che ha il merito di risolvere una situazione complicata e con il suo mancino delicato riesce a fare la differenza. La partita del terzino portoghese comincia con la consueta partecipazione allo sviluppo della manovra, dialogando bene con Elmas e Kvaratskhelia sulla corsia sinistra di un campo non in perfette condizioni. Dopo dodici minuto il numero sei serve ottimamente Elmas, che va al tiro in una delle prime circostanze offensive prodotte dai partenopei. In fase di non possesso non c’è grosso lavoro da compiere, ma Mario Rui ha ugualmente il merito di essere attento sulle palle alte, chiudendo bene anche un paio di diagonali potenzialmente pericolose. Al minuto diciannove la svolta: quasi da esterno alto il portoghese avanza gradualmente e disegna una parabola perfetta per l’inserimento vincente di Osimhen, che si avventa sulla palla e la scarica nella porta di Audero. La gara di Mario Rui prosegue con serenità e gestione di ogni situazione che vede il suo coinvolgimento. Nelle battute finali del match lotta con autorevolezza con un cliente non proprio pacato e comodo come Leris. Giocata e partita da professore.

Translate »
error: Content is protected !!