Il soldato Di Lorenzo

 

L’inizio di stagione del Napoli di Spalletti è stato veramente meraviglioso, primo in serie A, primo nel girone di Champions League, bel gioco e tanti gol, il tecnico partenopeo ha fatto anche ampie rotazioni tra i suoi calciatori a causa dei tanti impegni, ma sempre con una costante il capitano Giovanni Di Lorenzo. Il neo capitano azzurro ha disputato tutti i minuti di tutte le partite giocate finora, 810 minuti su 810 minuti, sette in campionato e due in Champions League, solo Meret ha giocato lo stesso numero di partite, ma il portiere non corre come corre Di Lorenzo. Da questi numeri emergono diverse valutazioni, prima di tutto Di Lorenzo è uno dei migliori terzini destri europei, poi la sua alternativa non ha il suo stesso valore e rendimento. Il Napoli ha fatto un ottimo mercato questa estate dando a Spalletti due giocatori per ogni ruolo altrettanto validi, ma sulla fascia destra di difesa il vice Di Lorenzo è il giovane Zanoli. L’anno scorso proprio a causa dell’infortunio di Di Lorenzo, Zanoli venne utilizzato per due gare consecutive da titolare, disputando prestazioni sufficienti, anche se a livello difensivo non ha le stesse letture che ha il capitano azzurro, comunque il Napoli ha deciso di affidargli il ruolo di vice Di Lorenzo, ma finora non è sceso neanche un minuto in campo, Spalletti sa bene che Zanoli, seppur un giovane di futuro valore, è pur sempre ancora troppo poco esperto per affrontare certi palcoscenici, quindi il tecnico finché potrà farà sempre giocare Di Lorenzo. In conclusione, Di Lorenzo sarà costretto a straordinari, sperando sempre che la condizione fisica lo assista, non avendo un’alternativa al suo livello da buon soldato sarà costretto a marciare sulla fascia senza mai fermarsi, a meno che Spalletti non decida di dargli qualche minuto di riposo.

 

Translate »
error: Content is protected !!