Kim Min-Jae: “Devo ancora imparare tanto. Difendere in Italia è più difficile.”

Kim Min-Jae ha parlato dal ritiro della sua Nazionale, la Corea:

“Il punto su cui devo migliorare è che devo concentrarmi per tutti i 90 minuti. Devo anche migliorare molto il posizionament. Quattro anni fa ho saltato la Coppa in Russia per infortunio, ma ora sono vicino a realizzare questo sogno. Sì, giocare un Mondiale è il sogno di tutti, ma è la mia prima volta e sono un po’ emozionato e nervoso.

Io ho molte carenze e ancora bisogno di imparare e migliorare: mi sono concentrato su come riuscirci e ho provato a fare esattamente quello che l’allenatore mi chiedeva. È difficile passare in un grande campionato e giocare, ma ho pensato di dovermi adattare incondizionatamente. I miei compagni mi hanno aiutato tanto e sono tutti molto bravi: mi sono reso conto che se non fossi riuscito a tenere il passo non avrei potuto giocare.

L’attaccante più difficile da affrontare è stato Giroud: ha grandi qualità da centravanti e forza fisica: per marcarlo bisogna essere concentrati e tenere la posizione per 90 minuti”.

Translate »
error: Content is protected !!