La freccia velenosa che viene dall’est

Dopo le nubi di Firenze e le poche luci con il Lecce, si rivede il talento georgiano delle prime gare del campionato.
Decide un suo gol la partita con la Lazio. Ma non si vede solo quello. Tra primo e secondo tempo, nei 66’ in cui è rimasto in campo, ha fatto ammattire la difesa bianco celeste. Per lui anche un palo dopo una “ruleta” che manda in confusione Patric. E nella ripresa sfiora due volte il gol con due errori incredibili. Trova poi il gol partita con una conclusione potente appena dentro l’area che Provedel non avrebbe mai preso. Bisogna ora gestire il talento grezzo georgiano e non chiedergli sempre gare strabilianti ma farlo crescere e usarlo per le sue qualità nei momenti giusti. Quattro reti in quattro gare e mezzo sono già un bottino di rispetto per il quale…dormire tranquilli.
Translate »
error: Content is protected !!