La scelta

C’è un tempo per insistere e uno per lasciare andare, che tu possa riconoscerli sempre

Chi di noi almeno una volta nella vita si è trovato dinanzi ad un bivio. “Scegliere”, molte volte abbiamo dovuto scegliere nella vita, non sempre abbiamo preso la decisione migliore, ma in fondo la somma di tutti gli errori ci ha aiutato ad essere la persona che oggi siamo, perché fallimento non è contrario di successo, bensì parte del successo.

Lorenzo Insigne si è trovato molte volte a dover lottare per essere quello che è oggi, con la sua stessa Napoli. Essere napoletano, capitano e tifoso della propria squadra è una bella responsabilità e servono due spalle larghe larghe. È stato fischiato spesso dai suoi stessi tifosi, forse per troppo amore. Ha reagito male il più delle volte, sempre per troppo amore. Lorenzo vuole sentirsi amato, coccolato, idolatrato, al centro della scena, il protagonista del film. A lui le comparse non piacciono, e questo lo ha fatto capire al presidente, che nella sua sceneggiatura vuole essere il Brad Pitt della situazione, mica una controfigura. Non accetta di essere un secondo rispetto ad un suo compagno di squadra. ADL sembra intenzionato a sbarazzarsi del suo attore principale, magari per ingaggiare una nuova stella emergente, tant’è che gli ha passato la patata bollente, scaricando tutto su di lui. Ma come stanno realmente le cose, chi vuole cosa dall’altro? Chi ha ragione? A noi questo non è dato saperlo. Certo, vedere l’Insigne di Napoli-Verona, e l’Insigne in nazionale fa riflettere. A fine europeo ci sarà il fatidico incontro, resterà e rinnoverà o andrà via in scadenza? Chi vivrà vedrà!

Translate »
error: Content is protected !!