L’avversario – Juventus: “Senza paura”

Stemma-Juve

LA ROSA

Rosa juventus

ALLENATORE
Massimiliano Allegri 11/08/1967

Massimiliano Allegri

Dopo aver guidato diverse squadre, nella stagione 2007-2008 porta per la prima volta nella sua storia il Sassuolo alla promozione in Serie B, vincendo nella medesima annata, oltre al campionato, anche la Supercoppa di Serie C1. Dal 2008 al 2010 allena il Cagliari in Serie A, raggiungendo la salvezza in due campionati e iniziando a segnalarsi come uno dei tecnici italiani più promettenti della sua generazione. È al Milan dal 2010 al 2014, conquistando in rossonero uno scudetto e una Supercoppa italiana (2011). Dal 2014 è alla guida della Juventus, con cui vince due scudetti e due Coppe Italia consecutive (2015 e 2016) assieme a una Supercoppa italiana (2015), oltre a raggiungere la finale di UEFA Champions League 2014-2015.
A livello individuale, è stato eletto Panchina d’oro di Prima Divisione (2008), due volte Panchina d’oro (2009 e 2015), due volte migliore allenatore AIC (2011 e 2015) e insignito del Premio Nazionale Enzo Bearzot (2015). È inoltre l’unico tecnico, nella storia del calcio italiano, ad aver conquistato un double nazionale per due stagioni consecutive.

IMG_2721

I PRECEDENTI CONTRO SARRI:
4 Vittorie 2 Pareggi 1 Sconfitta — 8 goal fatti – 2 goal subiti

Allegri e Sarri

I PRECEDENTI CONTRO IL NAPOLI:
6 Vittorie 7 Pareggi 4 Sconfitte —  27goal fatti – 21 goal subiti

ULTIMO CONFRONTO:
13/02/2016 Juventus-Napoli 1-0
(primo tempo 0-0)
MARCATORE: Zaza al 43′ s.t.
JUVENTUS (4-4-2): Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci (dal 7′ s.t. Rugani), Evra; Cuadrado, Khedira, Marchisio, Pogba; Dybala (dal 41′ s.t. Alex Sandro), Morata (dal 13′ s.t. Zaza). (Neto, Rubinho, Romagna, Padoin, Hernanes, Sturaro, Pereyra, Favilli). All. Allegri

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Kouibaly, Ghoulam; Allan (dal 45′ s.t. Gabbiadini), Jorginho, Hamsik; Insigne (dal 32′ s.t. Mertens), Higuain, Callejon. (Rafael, Gabriel, Chiriches, Strinic, Maggio, Regini, Valdifiori, David Lopez, El Kaddouri, Chalobah). All. Sarri.

ARBITRO: Orsato di Schio
NOTE: spettatori 41.305, incasso di 2.106.830 euro. Ammoniti Callejon (N), Pogba (J), Marchisio (J) e Koulibaly (N). Recuperi: 1’ pt, 3’ st.

FORMAZIONE TIPO 3-5-2

IMG_2723

INDISPONIBILI:
Dybala,Pjaca,Mandragora.

PUNTI FORTI: Una squadra formata da soli campioni. Massima solidità in difesa, innumerevoli possibilità di variare il modulo di gioco, attacco atomico. La Juve si batte con il cuore.

PUNTI DEBOLI: Se dobbiamo trovare il pelo nell’uovo a questa squadra, sicuramente il centrocampo è il reparto che da meno sicurezze. La squadra vince agevolmente, ma di bel gioco se n’è visto poco finora. I fraseggi azzurri possono mettere in difficoltà i bianconeri.

TOP PLAYER: A Napoli lo conosciamo bene e non ha bisogno di presentazioni, Gonzalo Higuain è la nuova stella della Juventus. Il 9 argentino scippato ai partenopei sarà la spina nel fianco per Koulibaly e soci. Con l’assenza di Dybala il peso dell’attacco se lo porta tutto sulle spalle.

Gonzalo Higuain

Translate »
error: Content is protected !!