Napoli: fine primo tempo, sediamoci in sala in attesa del 2019

Doppia M: Milik e Mertens.

Si chiude il 2018 nel segno dei due attaccanti: il bomber sfortunato, perso, falcidiato dagli infortuni ( e che è comunque a dieci reti in campionato ) e la punta “creata” dalle mani di Maurizio Sarri.

Si chiude il 2018, il primo scorcio del Napoli di Ancelotti con tre reti al Bologna. In questa ultima in casa si è sofferto, troppo. Il Napoli è sulle gambe, ha la testa evidentemente ancora carica delle voci polemiche che si è trascinata dalla sfida di Santo Stefano ma si è vinto. Con fatica, e questo va sottolineato.

Il Bologna di Inzaghi ha riacciuffato gli azzurri per ben due volte, un film che sia tatticamente che purtroppo sul piano dei risultati si è visto più volte in questa prima parte della stagione. Ma come nel cinema siamo a quello che viene definito “cliffhanger”: c’è il colpo di scena. In zona cesarini arriva un Mertens – abulico nelle scorse gare al pari di molti suoi compagni – e un Milik bistrattato da tutti ma che dimostra piglio, personalità e voglia.

È da questa voglia che deve cominciare il secondo tempo di questo film dal titolo “Campionato 2018-2019”, film che ha il sapore della grande rincorsa a una Juventus che non si ferma mai.

Il gap probabilmente anche questo anno sarà incolmabile, ma Napoli squadra e Napoli città devono saper dire la propria, su tutti i campi.

Dopo Liverpool qualcosa si è spezzato, è lavoro del mister Carlo Ancelotti indagare e mettere una pezza laddove serva. Soprattutto è compito della società però cercare di porre dei correttivi – magari già a gennaio – e operare sul mercato per degli innesti nuovi.

Adesso però è il momento di godersi le vacanze, aspettare il nuovo anno e la prima sfida di gennaio contro la Lazio per capire se questo Napoli, se questi ragazzi hanno raccolto l’invito sottinteso dalla presenza di più di quarantamila persone stasera allo stadio.

Vogliamo vincere, e se anche non si alzeranno coppe vogliamo essere protagonisti: un gran film non è fatto da comparse, e questo Aurelio De Laurentiis dovrebbe saperlo bene.

 

Translate »
error: Content is protected !!