Kvaratskhelia: “Spalletti è un grande uomo, che umiltà!”

L’esterno sinistro del Napoli, Kvicha Kvaratskhelia, ha rilasciato una lunga intervista ai canali ufficiali della Serie A. Il giocatore Georgiano, ha parlato di molti punti della nuova squadra Azzurra e anche delle leggende del calcio. Di seguito, ecco la sua intervista integrale:

Sui paragoni con Maradona:

“Per i paragoni che son stati fatti con Maradona, penso che nessuno possa essere paragonato a lui: è stato una leggenda del calcio. Sarà molto difficile vedere giocare in futuro un giocatore come lui. Ma è ovvio che sono molto contento quando mi paragonano a lui: significa molto per me e mi fa sentire ancora di più la responsabilità. Quando ti accostano a un giocatore del genere, non puoi che essere orgoglioso e felice”.

Su Luciano Spalletti:

“Mi dice sempre che devo fare di più, che non mi devo accontentare e che devo giocare un po’ di più insieme ai compagni. Voglio sottolineare la sua umanità e grandezza come persona: sin dal primo giorno mi ha sempre parlato e spiegato le cose. Imparo molto da lui e ho notato di essere già cresciuto. Tatticamente ho imparato tanto e voglio continuare a imparare ancora”.

Su Kim:

Ci tengo a dire che è una persona meravigliosa, porta tanta positività nello spogliatoio. Difficile restare seri quando sei con lui, ama scherzare molto! Per quanto riguarda il campo, è un difensore fortissimo. Per me è uno dei migliori al mondo: se c’è lui dietro in difesa, sei in una botte di ferro. Sai che fermerà l’attaccante e non farà segnare gli avversari. Per questo, è un difensore straordinario, per questo è uno dei migliori al mondo”.

Sull’Udinese:

“Udinese ottima squadra, piena di giocatori di talento. Io ovviamente ho molta voglia di giocare, perché le partite di campionato sono tutte importanti. Però vediamo: vedremo come sto e valuteremo. Se fossi in condizione di giocare, sicuramente scenderei in campo. Sinceramente, non importa se io giochi 10′, 20′ o 90′, ci metterò sempre il massimo impegno per aiutare i miei compagni e la squadra per provare a vincere”.

Sul metodo di gioco:

“Amo molto avere la palla tra i piedi. A volte probabilmente esagero, ma è una cosa su cui sto lavorando. Mi piace davvero tanto giocare palla al piede, ma non voglio neanche che questo diventi controproducente. L’importante è essere utile alla squadra: con o senza pallone”.

Translate »
error: Content is protected !!