Napoli-Udinese 08/02/15 (3-1)

Bisogna riconoscere che, grazie alla sua presenza, diversi giocatori di qualità sono approdati a Napoli nel biennio napoletano di Rafa Benitez ( 2013-2015 ). I nomi sono quelli di Callejòn, Mertens, Albiol, Koulibaly, Gabbiadini, nonché naturalmente ” El traidor ” per eccellenza, ovverosia Gonzalo Higuain. Con il tecnico spagnolo che , attualmente allena il Newcastle, non si è arrivati a vincere lo scudetto ma, quantomeno, si è vinto una coppa ed una supercoppa italiana. In vista del match di sabato pomeriggio con l’ Udinese, vogliamo ricordare un bel successo che gli azzurri ottennero sui friulani l’ 8 febbraio 2015, al tempo guidati in panchina da Stramaccioni. Quella sera, in panchina con gli ospiti c’era il  giovanissimo Meret in panchina. Il Napoli parte subito fortissimo, ed al 21° è già avanti di due gol. Dopo otto minuti, Dris Mertens, dopo uno scambio con Higuain, vince un rimpallo con Danilo, tocca forse involontariamente con la mano e, con un perfetto diagonale da sinistra a destra, batte Karnezis. Spettacolare è invece il raddoppio, giunto al 21°, con una azione tutta in verticale, impostata da Mertens ed Hamsik, e conclusa con una secca conclusione appena dentro l’ area da Gabbiadini. La gara sembra così già in archivio ma, al 27°, come un fulmine a ciel sereno, l’ Udinese va a segno con Théréau, lesto ad approfittare di una maldestra uscita di Rafael, trafiggendolo con un pallonetto. La rete rianima gli ospiti, che vanno vicini al pari prima con Widmer e poi con Bruno Fernandes. Al 59° arriva però il terzo gol grazie a Théréau che, involontariamente, di testa batte il proprio portiere, a seguito di una punizione di Mertens. La partita in pratica si chiude qui. Prima del novantesimo, Bruno Fermandes  impegna da lontano Rafael ( che stavolta si fa trovare pronto ) e poi, l’ olandese De Guzman va vicino alla quarta rete in due occasioni. Ma, di certo, sarebbe stato un passivo troppo pesante per le ” zebrette “. Punteggio finale : Napoli 3 – Udinese 1. Con buona pace del buon Stramaccioni…

        Il bilancio totale è molto favorevole agli azzurri : 28 vittorie ( 3 in B ) contro 4, contornate da 11 pareggi. Fino ad ora, non si sarebbe davvero potuto chiedere niente di più ai ragazzi di Lucianone Spalletti, visto l’ incredibile stagione che stanno facendo. Per concludere al meglio, prima della sosta mondiale, un bel successo contro gli uomini di Sottil ci starebbe proprio a pennello. Vai Napoli !!!

EMANUELE OROFINO

Translate »
error: Content is protected !!