Ostriche e lampone

Non ci sono più aggettivi per descriverlo. Kvicha è un giocatore totale, splendido, favoloso, spumeggiante. Fluttua sulla fascia sinistra, impressionante la sua resistenza nella progressione, associata alla lucidità nel dribbling. Difficilmente abbiamo assistito a Napoli ad un calciatore così forte. Attualmente lui e Leao sono senza dubbio le stelle della Serie A. La differenza è che il georgiano classe 2001 nella sua prima esperienza nel calcio che conta, è stato subito incisivo, mentre per il portoghese ci sono voluti quasi 3 anni. Non sappiamo questo talento dove può arrivare, di sicuro su di lui ci sono gli occhi di tutti i più grandi club europei. Spalletti però se lo gode e se lo coccola, con bastone e carota. Oggi il numero 77 realizza Assist per i compagni e segna un rigore perfetto, chiedendo e ottenendo il pallone dal suo amico Osimhen, segno di grande personalità. Se ha ancora ampi margini di miglioramenti stiamo parlando della nuova stella del calcio europeo.

Translate »
error: Content is protected !!