Pioli in conferenza:”Napoli grande squadra, va aggredito nei momenti giusti. Assenze? partiamo 11 vs 11. Spalletti? Lo stimo”

Terminata da poco la conferenza stampa di Pioli, tecnico del Milan, in preparazione della sfida contro il Napoli di domenica sera.

Ecco alcuni passaggi della conferenza del tecnico del Milan.

Che partita si aspetta e quanto conterà la solita carica dei tifosi?
“Giocare in casa è un vantaggio che vogliamo sfruttare domani sera. Mi aspetto una partita difficile, il Napoli è una grande squadra. Anche noi abbiamo le nostre qualità, non conta chi mancherà. Saelemaekers è un destro che può giocare a sinistra e può venire dentro. Come sale il livello degli avversari deve salire il livello delle nostre prestazioni. Siamo pronti e preparati per mettere in campo la miglior formazione possibile. Ritengo che sia meglio, dopo la Champions, affrontare un avversario che ha giocato la Champions. Immagino una partita entusiasmante, pallone su pallone, giocata su giocata, tanti duelli. Domani è una sfida scudetto perché il campionato sarà talmente equilibrato perché i 3 punti fanno la differenza. I punti di ogni singola partita sono importanti e ogni partita sarà sfida scudetto”

Quanto pesa l’assenza di Leao?
“Non voglio togliere nulla alle qualità dei miei singoli giocatori, ma noi facciamo del nostro modo di giocare la caratteristica più importante; è chiaro che il livello del collettivo esalta il singolo. Osimhen? Domani partiamo 11 vs 11. Siamo due squadre simili che provano a non essere passivi in fase difensiva. Ritengo che l’assenza di Leao non ci porti a cambiare il sistema di gioco equilibrato. Leao ha caratteristiche e Saelemaekers ne ha altre e cercheremo di sfruttare le sue caratteristiche

Come giudica Spalletti?
“Lo stimo molto, ha sempre dato un’impronta propositiva alle sue squadre. Ci siamo incontrati tante volte, ci conosciamo bene. Nel 2006 ero andato a vedere i suoi allenamenti con la Roma… È molto capace, molto bravo. Lui è un allenatore top nel migliorare i giocatori”.

Il Milan non batte il Napoli dal 2014 in campionato in casa…
“Più è alto il livello degli avversari più dobbiamo giocare di squadra noi. Negli ultimi anni è successo che loro vincessero a San Siro e il Milan a Napoli…”.

Il Milan è in grado di controbattere le armi tattiche del Napoli?
“Contro il Liverpool sapevano che loro avrebbero tenuto la linea molto alta e ne hanno approfittato, ma sanno anche palleggiare o andare negli 1 vs 1. Domani servirà una fase difensiva giusta, corretta e compatta: è un obiettivo che ci può dare tanti vantaggi. Il Napoli palleggia bene, per aggredirlo bisogna farlo nei momenti giusti; se sbagliamo una pressione, loro hanno le capacità per farti male. Se li aspetti, possono farti male ugualmente. Sarà una partita molto importante tatticamente“.

 

Translate »
error: Content is protected !!