R.Bigon:”A Napoli gli anni piu’ belli della mia vita professionale. Per Dybala ci provammo ma…”

Riccardo Bigon ex ds del Napoli ha parlato a si gonfia la rete:” Gli anni a Napoli sono stati tra i più belli in assoluto dal punto di vista professionale. È stata una bella avventura perché era un Napoli in fase di crescita. Si è concretizzato grazie al lavoro di tutti. Cavani a Napoli? Sì, l’ho portato io e nemmeno senza tanta fatica. La modestia fa parte del mio carattere, ma anche perché credo non sia corretto andare a sbandierare giocatori presi, perché il lavoro non lo si fa da soli. Potrei citare Koulibaly e Mertens per esempio, ma non ho lavorato da solo. Sono state fatte tante cose belle per i tifosi che devono beneficiare del nostro lavoro”.

“Io di Napoli rimango innamorato, ma noi professionisti dobbiamo fare il nostro dovere. Nella mia vita ho sempre puntato sul lavoro, sui fatti e sui risultati ottenuti. Scudetto al Napoli? Ci spero da un po’ di anni, a parte che ci ho sperato anche quando ero lì e si poteva fare in uno degli anni. La stagione appena passata il Napoli avrebbe pituto vincerlo. Come diceva Benitez bisogna nuotare per non morire, la capacità di reggere 10 mesi a quei ritmi lì non è facile. Dal punto di vista tecnico è stato fatto quello che si doveva fare questa stagione”, ha aggiunto l’ex dirigente del club partenopeo.

Bigon ha anche parlato della trattativa per portare Dybala al Napoli, che poi non andò in porto: “Incontrammo di persona Dybala in Argentina quando giocava ancora lì e lo tenevamo d’occhio, parlammo col suo agente anche e si parlava di cifre molto importanti per un ragazzo che aveva fatto un campionato di B, ma noi eravamo molto interessati. Non era facile farlo, anche perché era extra comunitario. Quando poi andò dal Palermo alla Juventus erano cifre alte”.

Translate »
error: Content is protected !!