Sarri: “Abbiamo raggiunto un grande livello di empatia con il pubblico”

Maurizio Sarri in conferenza stampa al termine del poker rifilato alla Fiorentina.

 

“Abbiamo sofferto l’Atalanta soprattutto al ritorno. Ci hanno trascinato in partite non nostre, in duelli individuali, che non sono qualità nostre. Parliamo del record di punti raggiunto questa sera. A livello di rosa abbiamo qualcosa in più quest’anno. In queste partite, ai primi segnali possiamo cambiare due centrocampisti su tre rimanendo gli stessi. I nostri interni spendono troppo, cambiarli e non modificare la fisionomia è una gran cosa. I ragazzi sono cresciuti anche a livello di convinzioni e di mentalità in una serata difficilissima. Era possibile un crollo di motivazione. Il pubblico napoletano è un pubblico stupendo. Stasera hanno riempito il San Paolo, è stato un raggiunto un grande livello di empatia con il pubblico. E’ una squadra che diverte, è una squadra che lascia la sensazione di onorare la maglia anche nelle sconfitte. Questo al pubblico piace. A differenza di quanto dice il risultato, anche la Fiorentina ha fatto una buona partita. Noi siamo stati bravi a non regalare nulla ai viola. Per modo di caratteristiche mentali, fisiche e mentali, per vincere le partite dobbiamo “prenderle in mano” per avere la supremazia sugli avversari. Essere primi nel girone di ritorno è un dato importante che ci può dare maggiore motivazione, ma è un dato parziale. Ci deve servire per convinzione e motivazione, ma dev’essere preso per quello che è. Penso ci siano ancora margini di crescita, il primo passo da fare è cambiare la persona che fa i sorteggi (ride). C’è ancora il Televideo (ride). Quando la squadra risponde così, è anche più leggero. La squadra dà la sensazione di essere in grande condizione più che mentale che fisica. Quando la testa gira così, le gambe seguono la testa. Smettere con questa condizione mentale, c’è un po’ di peccato”.

 

Translate »
error: Content is protected !!