Sconfitti si, ma a testa alta

Passare o non passare come primi, questo è il dilemma. Ad Anfield andrà in scena l’ultima giornata dei gironi di Champions League, tra Liverpool e Napoli. Gli azzurri si schierano con il 4-3-3, Olivera a sinistra, Ostigard accanto a Kim, Ndombele e Anguissa a proteggere Lobotka, Kvara e Politano a supporto di Osimhen. Vittoria reds immeritata, maturata per una situazione fortuita che ha portato al gol di Salah.

LE PAGELLE:

Meret: pochi tiri ricevuti ma in quei pochi si dimostra decisivo. Gli scivola il pallone sul gol. 6

Di Lorenzo: non ha potuto spingere come suo solito ma gestisce bene la sua fascia, sempre preciso. 6

Kim: solita partita rocciosa ed attenta, puntuale nelle chiusure in copertura e in impostazione. 7

Ostigard: come il suo compagno di reparto ma leggermente più impreciso in fase di impostazione. Peccato per il gol annullato. 6.5

Olivera: annulla completamente Salah e non solo, si propone molto in fase offensiva. 7

Lobotka: geometra del centrocampo, prende sempre posizione anche quando perde il pallone. 6.5

Anguissa: poco lucido nel primo tempo, nel secondo molto meglio. 6

Ndombele: molto più pesante il suo apporto in interdizione, rifinisce abbastanza bene. 6.5

Politano: non fa moltissimo però da una grande mano dietro a Di Lorenzo. 6

Osimhen: nel secondo tempo viene a prendersi palla a centrocampo, facendo salire i compagni. 6

Kvaratskhelia: stesso discorso per i compagni di reparto, salta sistematicamente Arnold. 6

Lozano: non si vede quasi mai, quasi senza voto. 5

Elmas: SV

Zielinski: SV

Simeone: SV

Raspadori: SV

Spalletti: Qualche cambio ma era anche ovvio visto che sabato c’è l’Atalanta, i suoi ragazzi non meritano la sconfitta. 6

Translate »
error: Content is protected !!