Sei extraterrestre!

Vulcanico, supersonico, fenomeno, alieno… Victor Osimhen si prende ancora una volta la scena e stavolta lo fa contro l’avversaria numero uno, contro quelli che pensano prima a non farti giocare e ad usare le maniere forti per fermarti. È la notte della magia, di lampi azzurri che battono forte e sfondano il muro della Juventus. Neanche a dirlo: il leader della tempesta che si è abbattuta al Maradona è il centravanti nigeriano. Pressing asfissiante, progressi notevoli nella tecnica di base, lavoro efficace in fase di non possesso e rifinitore implacabile. Apre le danze con un colpo di testa preciso in seguito alla sforbiciata di Kvaratskhelia, che aveva costretto Szczesny a compiere il primo intervento della serata. Bremer ha gli incubi al cospetto di Osimhen e fa una bruttissima fine quando viene superato di potenza dal numero 9 azzurro, che poi scaricare perfettamente per Kvara in occasione del raddoppio. Quantità, qualità, tutto nelle giocate dell’ex Lille che cancella ogni residuo di certezza della compagine di Allegri. Nella ripresa fallisce prima il poker, con una conclusione alta da posizione più che ottimale. Tuttavia il riscatto è dietro l’angolo e si materializza con un colpo di testa geniale su cross altrettanto magistrale del solito Kvaratskhelia. Non sei umano Victor, non sei un terrestre come gli altri. È il tuo momento: gioisci e fai trionfare i tuoi compagni.

Translate »
error: Content is protected !!