Sozza quanti danni

È ricominciata la Serie A, dopo il mondiale e le varie festività che hanno arginato la ripresa ufficiale. A San Siro l’Inter ospita il Napoli capolista, che purtroppo toppa uno scontro diretto fondamentale nel mese corrente. Il punteggio è stato di 1-0, in gol Dzeko, i meneghini ora rientrano nella corsa scudetto. Il personaggio della settimana è stato sicuramente l’arbitro Sozza, protagonista di una delle prestazioni arbitrali più scadenti di sempre. Ecco gli aggettivi che possiamo attribuirgli:

•Saccente: non si avvale di aiuti, anche quando è necessario, si arroga il diritto di decidere la gara da solo.

•Inlogico: fischia falli all’Inter ed ammonisce, per gli stessi falli al Napoli non fischia nemmeno per sbaglio.

•Irrisorio: tratta con sufficienza ogni membro che porta sul petto il logo del Napoli, approfittando della buona educazione di mister Spalletti.

•Devastante: è vero non ci sono stati episodi dubbi in area di rigore e non solo, ma le piccole interruzioni, le mancate ammonizioni hanno dato il via libera a Skriniar e company di martellare come se non ci fosse un domani.

Una falsa partenza che non deve assolutamente frenare la voglia e la determinazione palesata nella prima parte di stagione.

Translate »
error: Content is protected !!