Spalletti:”Simeone con noi a Verona, giocheremo con due moduli nella stagione. Su Garellik…”

Luciano Spalletti, tecnico del Napoli, ha parlato in conferenza stampa in vista del match contro il Verona:

“De Laurentiis mi ha spiegato fin da subito il futuro percorso con il nuovo allenatore, con ringiovanimento rosa e riportarla in Champions League mettendo a posto i conti. Per fare ciò bisognava fare un buon calcio e rendere i nostri calciatori appetibili anche sul mercato. Gli obiettivi centrati al 100%, seppur con rammarico. Ora si parla di un Napoli che non vede nelle loro fila i giocatori importanti che hanno permesso di renderla competitiva per tanti anni. Ora si parla di nuovo ciclo, ma con ambizioni altissime perché abbiamo una città alle spalle che se lo merita. Io mi assumo questa responsabilità che mi stimola tantissimo. Però poi io non posso assicurare niente, si gioca per raccogliere il massimo a disposizione. In questo percorso ci vuole un pò di tempo e disponibilità, ma rimanendo alta l’ambizione e la passione per questi colori.”

“Abbiamo ancora da lavorare, c’è ancora un mese di tempo alla chiusura del mercato e ci sono dodici punti a disposizione prima della fine del mercato. È un calciomercato lento per le difficoltà finanziarie di tutti, dobbiamo aspettare il tempo corretto perché la società riesca a completare la rosa. Il presidente mi aveva detto di dover fare questo percorso.”

“Sono convinto che questa squadra farà innamorare nuovamente i tifosi e quelli che hanno a cuore le sorti del Napoli. Le dinamiche dello spogliatoio sono cambiate, bisogna essere bravi a ricreare quelle di prima. Io non ho timore di niente, anche perché la squadra che scenderà in campo a Verona, tranne qualcuno, sarà quasi quella dello scorso anno. Sono sicuro che faranno rivedere le geometrie e la qualità di gioco ammirata in precedenza.”

“Bisogna sostituire i giocatori importanti che sono partiti con altrettanti giocatori importanti. Ricordiamo che giocheremo in Champions League e saremo in terza fascia, quindi affronteremo squadre top in tutti i reparti. Poi ci saranno squadre italiane che hanno comprato giocatori già fatti: dobbiamo vedere quali saranno le nostre reazioni. Io però sono fiducioso. Abbiamo preso calciatori che hanno caratteristiche che fanno per noi. Sarà un campionato lungo e difficile.”

“Simeone viene a Verona, sta arrivando qui. Il Napoli aveva bisogno di lui, è l’acquisto ideale per noi. Per me è scorretto parlare di giocatori che non ho a disposizione.”

“Sirigu ha doppiato qualche allenamento subito, da grande professionista quale è lui. I giocatori sono molto motivati e interessati, la palla viaggia veloce e si va a fare più impatti perché gli arbitri fischieranno di meno. Il calcio inglese dice questo, bisogna lasciar più scorrere. Kim ha dimostrato immediatamente una grande leadership, è veloce e tecnico, molto bravo nel gioco aereo. Hanno tutti un gran carattere e personalità.”

“Il Verona è sempre stato un cliente difficile, a maggior ragione dopo la sconfitta di Bari. Daranno sicuramente il massimo. Simeone e Osimhen possono giocare anche insieme basta che si rendano conto delle necessità di dividersi i compiti. Simeone ha fatto 17 gol senza battere rigori, dentro le partite del campionato normali e senza mettere le altre competizioni. Useremo sia il 4-3-3 che il 4-2-3-1.”

“Volevo salutare anche io Garellik, non è stato mai banale, così come non lo sono le due città in cui ha vinto gli Scudetti. Ha lasciato un segno importantissimo nel nostro calcio.”

Translate »
error: Content is protected !!