Spartak, Rui Vitoria: “Napoli tra le squadre più forti d’Europa anche con le assenze”

Rui Vitoria, allenatore dello Spartak Mosca, alla vigilia della partita di Europa League contro il Napoli ha presentato il match in conferenza stampa:

“Non abbiamo avuto il risultato che volevamo col Krasnodar, ora dobbiamo reagire con concretezza e forza. Abbiamo avuto occasioni buone, pericolose, ma sono stati i dettagli che hanno fatto la differenza”.

Tanti infortunati nel Napoli, mancherà anche Insigne. Che partita sarà?

“Dobbiamo essere consapevoli che affrontiamo una delle squadre più forti d’Europa, primo in Italia, giocando uniti con un allenatore molto preparato. E’ una squadra con qualità immensa, sarà una partita difficilissima ma l’Europa League è una competizione che desideriamo molto, come gli altri club, e dovremo essere concentrati. Sono i piccoli dettagli che fanno la differenza”.

Chi recupera per il Napoli?

“Due giocatori possono aiutarci, Bakaev e Litvinov li reintegriamo per questa partita”

Come sta Hendrix?

“Si sta allenando in campo, è vicino al recupero ma non vogliamo anticipare i tempi per averlo al 100%”.

Ci sarà l’ex tecnico dello Spartak allo stadio, ha parlato con lui?

“Sarà ospite, noi pensiamo a preparare la partita, poi se ci sarà occasione possiamo parlare”.

Napoli senza Osimhen e tanti giocatori forti, che contromisure si aspetta da Spalletti?

“Siamo stati i primi a vincere quest’anno contro di loro. Ho grande ammirazione per questa squadra, per come gioca, ha enorme qualità. Ha giocatori importanti, pure se non giocano tutti hanno caratteristiche pericolose. Ci aspetta una partita di livello molto alto, dovremo prepararci al meglio, fare di tutto per il risultato”.

Si parla di un suo esonero a fine 2021.

“Io sono un professionista, lavoro con grande voglia ogni giorno, preparo la squadra, poi il futuro è ciò che accadrà domani e quando accadrà lo sapremo, per ora penso a lavorare”.

Il Napoli ha tanti giocatori fuori, è un vantaggio?

“Anche noi avevamo assenze a Napoli, non possiamo parlare di questo perché hanno tanti nazionali, hanno giocatori d’esperienza internazionale, è inutile parlare delle assenze perché non hanno solo giocatori forti come titolari, ma anche gli altri fanno la differenza e affronteremo una squadra forte domani”.

 

Francesco Reale

Mi chiamo Francesco Reale, sono nato a Napoli ed ho 24 anni. Mi sono diplomato all’I.S.S Giancarlo Siani di Napoli ed attualmente sono laureato alla triennale, presso la Federico II di Napoli, alla facoltà di lingue, culture e letterature moderne europee.

Translate »
error: Content is protected !!