TROPPI INFORTUNI, DI CHI LA COLPA?

ACCUSA(PM LUIGI GIORDANO)

De Laurentiis è arrabbiato per i troppi infortuni, ha chiesto conto sia allo staff di Spalletti sia allo staff medico. Non è possibile che si è arrivati appena a fine novembre ad una serie di infortuni muscolari. Il Sig. Spalletti ha spremuto tanti giocatori titolari 12-13 fino all’inverosimile facendoli giocare sempre anche su gare ampiamente chiuse sul 3 o 4 a 0 e poi si ritrova gente come Fabian, KK ed Anguissa fermi ai box per noie muscolari. Ancora più clamoroso è l’infortunio muscolare di Lobotka alla sua sola terza gara consecutiva e già si è dovuto fermare ai box anche lui. Quindi se per i primi tre possiamo parlare di sovraccarico di lavoro dalle tante gare disputate anche nelle nazionali, per Lobo che dobbiamo pensare? Ci sarà anche un deficit di preparazione? Eppure è tornato Sinatti l’ex preparatore di Sarri su espressa volontà di De Laurentiis, ma in realtà quest’anno cosi come l’anno scorso gli infortuni muscolari sono copiosi. Non è un caso che ciò accade da quando è andato via il Dott. De Nicola che era molto abile nell’attività di prevenzione degli infortuni, il dott. Canonico non riesce ad avere gli stessi risultati, eppure è cambiato lo staff tecnico e di preparazione, dovrebbe interrogarsi anche lui se sta operando bene o meno.

DIFESA(AVV. ANTONIO LEMBO)

Non è stato certamente fortunato il Napoli in questo avvio di stagione con gli infortuni, specie in alcuni uomini. Già dal ritiro Demme ad esempio ebbe un grave infortunio al collaterale che gli ha fermato la preparazione e poi dopo il rientro ecco il Covid. Anguissa arrivato negli ultimi giorni di mercato direttamente dalla Championship (la B inglese) e subito catapultato in campo visto l’infortunio ad inizio stagione di Lobotka che ha poi dovuto subito essere arruolabile viste le assenze a centrocampo proprio dei primi due menzionati. Insigne alla fine ha fatto lunghe vacanze come Di Lorenzo e saltato buona parte della preparazione. Parlare di preparazione per giocatori che alla fine non l’hanno praticamente fatta non è giusto verso lo staff di Spalletti. Si può opinare sulla gestione di alcuni uomini. Mancata prevenzione? Può darsi ma nella rosa azzurra ci sono dei giocatori praticamente insostituibili sia numericamente che tecnicamente. Non c’è un Fabian o un Koulibaly di scorta o meglio quando ce ne fosse stato bisogno dei vari Manolas o Demme o Lobotka a turno non c’erano per i problemi già citati. Il Napoki adesso deve arrivare alla sosta cercando di utilizzare le ultime linee di energia disponibili e poi si ripartirà magari arricchendo la rosa di qualche alternativa più pronta per dare maggior respiro ad alcuni elementi.

 

Translate »
error: Content is protected !!