Andrea Dossena a Pn: “Il Napoli attuale ha molto carattere, ma la strada è lunga. Senza terzino? Vi spiego una cosa…”

In ESCLUSIVA A PIANETANAPOLI.IT, al microfono del nostro Francesco Reale, l’ex esterno del Napoli Andrea Dossena:

Cosa ne pensi del momento attuale del Napoli?

“Guardando tutte le prestazioni in generale, ci è sempre stato tanto carattere ed entusiasmo in questa piazza. Bisogna però dosarlo questo entusiasmo per non mettere eccessiva pressione sui ragazzi. Per il calcio espresso in queste sette giornate è grandioso vedere una compagine così, calcolando tutti i top come Osimhen, Insigne, Anguissa, Koulibaly. Ora c’è la sosta che farà tirare un pó il fiato a tutti, poi il cammino è tanto lungo.”

Lo scudetto è ancora lontano o le premesse sono buone?

“È lontanissimo, la strada è molto lunga, siamo solo alla prima curva. Logicamente sai qual’è quella giusta e come devi continuare per fare bene. C’è tutto un tragitto da fare.”

In cosa secondo te si stanno palesando le differenze tra Gattuso e Spalletti?

“Il Napoli di Gattuso faceva bene, nella seconda parte del campionato ha avuto un crescendo positivo, poi è stato molto penalizzato dagli infortuni. Uno dovrebbe viverli dall’interno per capirli realmente, speriamo che Spalletti riesca a limare le defezioni che ha palesato Gattuso e a fare ancora meglio.”

Tu eri terzino ed esterno sinistro, secondo te il Napoli può fare a meno di un vero titolare su quella fascia?

“Il mercato è chiuso quindi così si andrà avanti così, si dovevano fare delle scelte, purtroppo le prime non si sono concretizzate. Secondo me è stato anche giusto che una squadra di vertice come gli azzurri non si siano accontentati di seconde scelte ma hanno optato per un’attesa a gennaio o a giugno per completare la rosa al meglio, nel senso che se un top player non arriva al momento piuttosto che accontentarsi è meglio star fermi. Precisando che Mario Rui il suo compito lo sta facendo.”

Con il Torino si rincontrerà Juric che l’anno scorso ha bloccato i partenopei, lasciandoli fuori dall’Europa che conta. Può giocare brutti scherzi?

“Juric non è mai facile da affrontare, gioca molto bene e molto aggressivo. Io domenica ho guardato la partita contro la Fiorentina e certo è che se vai a duello contro una squadra come il Napoli deve fare una signora partita il Torino. Dovrà concedere molto poco perché questo Osimhen è devastante e ti può far male in qualsiasi momento.”

Ringraziamo l’ex esterno sinistro del Napoli Andrea Dossena per il suo tempo e per la sua disponibilità.

Francesco Reale

Mi chiamo Francesco Reale, sono nato a Napoli ed ho 22 anni. Mi sono diplomato all’I.S.S Giancarlo Siani di Napoli ed attualmente frequento il terzo anno di università, presso la Federico II di Napoli, alla facoltà di lingue, culture e letterature moderne europee.

Translate »
error: Content is protected !!