L’Editoriale: un Napoli vergognoso strappa un povero punto!

Termina dopo 95′ minuti privi di qualsiasi emozione calcistica la sfida tra Lazio e Napoli, con un totale di 1 tiro in porta per i biancocelesti. 0 quelli verso lo specchio difeso da Provedel che esce dall’Olimpico senza alcuna goccia di sudore. Un qualcosa di aberrante per due squadre che hanno concluso la scorsa Serie A al primo e al secondo posto rispettivamente. Il Napoli non mostra alcun miglioramento. La cura Mazzarri è servita per peggiorare addirittura ciò che già era stato distrutto da Rudi Garcia. 3 difensori schierati dall’allenatore toscano, formazione schierata ai limiti dell’improponibile, dimostrano che l’allenatore del Napoli è un mister finito, cosciente di essere a disposizione di pochi mezzi aggiornati di un calcio che si è allontanato dal classico blocco difensivo e contropiede. Gli azzurri sono completamente annullati da una buona difesa biancoceleste che limita Raspadori, uno dei punti interrogativi più grandi di questa stagione, un po’ come Lindstrom alla quale viene preferito un calciatore che è molto vicino alla cessione, dimostra una bocciatura completa per un giocatore che non è mai partito titolare, in questa Serie A, nemmeno per una volta. Ennesime domande, mancano le risposte, la Champions League ora è quasi un’utopia, un qualcosa di ridicolo per una squadra che porta il tricolore sul petto.

Translate »
error: Content is protected !!